Bologna, in un canale il corpo di un 13enne scomparso tre giorni fa

7 luglio 2017 - La bici e lo zaino del 13enne vengono trovate vicino all'argine del Canale emiliano-romagnolo.
1' di lettura

Il ragazzino era uscito di casa verso le 18 del 6 luglio  e non vi aveva più fatto ritorno. Il giorno successivo zainetto e bici erano stati trovati vicino all'argine 

E' stato trovato nelle acque del Canale emiliano-romagnolo, nel Bolognese, il corpo del 13enne originario del Bangladesh scomparso la sera di giovedì 6 luglio da Budrio. Il ragazzino era uscito da casa verso le 18: il giorno successivo zainetto e bici erano stati trovati vicino all'argine e subito erano scattate le ricerche dei sommozzatori del vigili del fuoco.

L'ipotesi ritenuta fin dall'inizio più probabile dai soccorritori è che sia scivolato o si sia immerso nel canale, non riuscendo poi a risalire.

Non sapeva nuotare

Il padre del ragazzino, che lavora come cuoco in Svizzera, era subito rientrato a Budrio per partecipare alle ricerche e non aveva nascosto di avere poche speranze di trovare il figlio vivo. Ai cronisti ha spiegato che il figlio, oltre a soffrire di diabete (quando era uscito da casa, per andare a comprare un videogioco, non aveva con sé le dosi di insulina che doveva assumere ogni giorno), non sapeva nuotare e difficilmente si sarebbe immerso nelle acque del canale per fare il bagno. Il timore dei genitori era che "qualcuno gli avesse fatto del male".

  

 

Leggi tutto
Prossimo articolo