Catania, commercialista teneva per sé i soldi delle tasse dei clienti

Un impiegato di banca consegna a un cliente delle banconote (Getty Images)
1' di lettura

Denunciato per truffa e falsità materiale dalla Polizia, l'uomo sarebbe riuscito a sottrarre nel tempo una quantità di denaro superiore ai 10mila euro

Truffa e falsità materiale. Questi i due reati contestati a un commercialista di Catania sospettato di aver trattenuto per sé il denaro versato dai suoi clienti per il pagamento delle tasse.

L'indagine

A denunciare il professionista sono stati gli agenti del commissariato di Borgo Ognina, Catania, dopo la denuncia di uno dei clienti del sospettato. Il querelante, rappresentante legale di una società del settore della solidarietà sociale, era stato allarmato da alcune ingiunzioni di pagamento per versamenti mai pagati, notificate dalla Camera di Commercio e dalla Serit, la Società incaricata di gestire la riscossione dei tributi e delle altre entrate nella Regione Sicilia. Una serie di prescrizioni che, secondo il legale della società, si sarebbero riferite a tasse effettivamente pagate dalla società in questione. Dalle successive indagini effettuate dagli uomini della Polizia di Stato è stato possibile accertare che il commercialista in realtà incassava il denaro dei suoi clienti lasciando inevase le pratiche fiscali. Secondo una prima ricostruzione dei movimenti bancari, il metodo messo in atto ha permesso all'uomo di sottrarre nel tempo oltre diecimila euro.

 

 

Leggi tutto