Roma: uccide la compagna e confessa, fermato dirigente di banca

1' di lettura

Il delitto è avvenuto nella casa in pieno centro dove la coppia abitava. La donna sarebbe stata uccisa nel sonno con un peso da palestra

Ha confessato ed è in stato di fermo Francesco Carrieri, l'uomo di 55 anni che si è costituito all’alba del primo maggio ai carabinieri dopo aver ucciso la compagna in un appartamento in vicolo del Babuino nel centro di Roma. La vittima, Michela Di Pompeo, 47 anni, era un'insegnante. L'uomo è un dirigente di banca.

La donna sarebbe stata uccisa nel sonno con un peso da palestra. Secondo fonti vicine alle indagini la vittima  aveva deciso di lasciarlo e l'uomo non si rassegnava alla fine della relazione. Nella notte tra il 30 aprile e il 1 maggio i due avrebbero litigato e alcuni vicini hanno riferito di aver sentito delle urla. Sarà l'autopsia a chiarire meglio la dinamica dell'accaduto, ma dai primi accertamenti non ci sarebbero segni di colluttazione.

 

Leggi tutto