Tempo di Libri: 2mila autori a Milano per la nuova fiera dell'editoria

Il tweet di "Tempo di Libri"
6' di lettura

Dal 19 al 23 aprile oltre 500 espositori alla Fiera Milano Rho. Tra gli ospiti internazionali: David Grossman, il poeta siriano Adonis e Irvine Welsh. Incontri per tutti i gusti e, quando i padiglioni chiudono, appuntamenti in città con il "Fuori Tempo di Libri"

David Grossman, Abraham Yehoshua, Edna O'Brien, il poeta siriano Adonis e Irvine Welsh, in un viaggio nel tempo con destinazione Trainspotting. Sono alcuni dei big che saranno ospiti della prima edizione di “Tempo di Libri”, la nuova Fiera dell'editoria italiana promossa da La Fabbrica del Libro. L’appuntamento è dal 19 al 23 aprile negli spazi della Fiera Milano Rho, dove sono attesi circa 2mila autori e oltre 500 espositori. Ma non solo. Quando i padiglioni si chiuderanno, dopo le 19.30, la fiera si sposterà in città grazie agli oltre cento eventi del “Fuori Tempo di Libri”. Previsti approfondimenti, cene letterarie, aperitivi, incontri speciali come quello con la scrittrice Fleur Jaeggy, reading e mostre (come Africa Blues, a cura di Microclima). Oltre all'apertura straordinaria di librerie, associazioni e biblioteche.

Un alfabeto come guida al programma

Il programma di “Tempo di Libri” è ricchissimo e per tutti i gusti: è diviso nelle sezioni generale, 0-18, professionale, digitale, a tavola, scuole/università. Diciassette le sale per gli incontri e un auditorium da mille posti. Gli appuntamenti sono distribuiti su un alfabeto speciale di 27 lettere, una sorta di guida che va dalla A di “Avventura” alla Z di “Zaha Hadid”, passando da “Immaginazione”, “Rivoluzione”, “Sangue” e “@”. La curatrice del programma generale è Chiara Valerio, classe 1978, la quale si augura che la fiera milanese “somigli al lettore”. “Mi aspetto – ha spiegato – che sentir parlare Diego Osorno, Giancarlo Ceraudo, Miriam Lewin, Pinar Selek, Lirio Abbate, Francesca Borri, Asli Erdogan, Marco Damilano ed Emiliano Fittipaldi, renda evidente che questa è una fiera di contenuto politico oltre che culturale. E mi aspetto poi che canticchino le strofe di Gabbani o Manuel Agnelli o Saturnino. Mi aspetto che questa fiera sia in piccolo la miscellanea che siamo tutti. Poi ci sarà Mohsin Hamid col suo ‘Exit West’, il romanzo che coniuga dissidenza e ballo. Così come Nesi e Brera hanno coniugato in un romanzo, che sarà qui in anteprima, danza ed economia”.


Da Saviano a Timi

All'inaugurazione della fiera milanese ci sarà il ministro dei Beni culturali e del Turismo Dario Franceschini, il sindaco di Milano Giuseppe Sala e il governatore della Lombardia Roberto Maroni. Tra gli incontri di punta del giorno d’apertura c’è quello con Roberto Saviano e Marco Damilano, in scena con il racconto alternativo del nostro Paese, tra gioventù bruciate e orizzonti di speranza. Tra gli altri appuntamenti da non perdere nei giorni a seguire, un reading da Shining di Filippo Timi per festeggiare il settantesimo compleanno di Stephen King. Tra i grandi ospiti internazionali anche Brit Bennett, Claire Cameron, Javier Cercas, Tom Drury, Ildefonso Falcones, Liza Marklund, Jamie McGuire, Natasha Pulley, Jessica Schiefauer.

Gli autori italiani

Tanti anche gli autori italiani, tra cui i premi Strega Melania Mazzucco e Francesco Piccolo e i candidati 2017 Paolo Cognetti e Teresa Ciabatti, già tra i favoriti alla vittoria. I dodici in corsa del più ambito premio letterario italiano saranno resi noti proprio a “Tempo di Libri” il 20 aprile. E poi autori-simbolo di diversi generi letterari come Carlo Lucarelli, Valerio Massimo Manfredi, Giuseppe Culicchia e le giovanissime autrici venute fuori dal mondo di internet Cristina Schiperi, Sofia Viscardi, Sabrynex, con un focus sul fenomeno youtubers. Nel lungo elenco dei nostri scrittori Gianrico Carofiglio, Mauro Corona, Mauro Covacich, Sandrone Dazieri, Mario Desiati, Antonio Pascale e Simona Vinci.

Tra presente e passato

Non necessariamente legati a pubblicazioni recenti, gli appuntamenti di “Tempo di libri” si apriranno a confronti su temi d'attualità, fatti storici e di discussione. Sarà così, ad esempio, per Chiara Gamberale e Luis Sepúlveda, che si confronteranno con il pubblico in una riflessione sull'importanza delle favole nella società contemporanea. Il giornalista Filippo Maria Battaglia, invece, ha da poco pubblicato “Ho molti amici gay” (Bollati Boringhieri) e propone una riflessione su come, negli anni, i nostri politici si sono espressi sugli omosessuali. Diversi anche i tributi: come quello a Jane Austen, a 150 anni dalla morte, con quattro ritratti di narratrici d'eccezione come Sophie Kinsella, Clara Sanchez, Simonetta Agnello Hornby e Sveva Casati Modignani. Un ciclo di appuntamenti speciali racconterà l'exploit di quegli autori diventati famosi dopo la morte, come il fenomeno editoriale dell'anno Kent Haruf.

Libri e musica

Grandi ospiti anche per l'ampio programma Ragazzi, curato da Pierdomenico Baccalario. In fiera, tra gli altri, arrivano l'autrice di “Wonder” JR Palacio, David Almond, Aidan Chambers e Peter Kuper. Tantissimi anche gli appuntamenti della sezione Professionale, curata da Giovanni Peresson, e di quella Digitale, a cura di Nina Klein. Ricco anche il filone della divulgazione scientifica: fra gli incontri, quello con la biologa e senatrice a vita Elena Cattaneo. Tra i focus anche una tavola rotonda sulla centralità delle pagine culturali per i quotidiani, con i direttori dei principali giornali italiani Mario Calabresi, Luciano Fontana, Maurizio Molinari e Guido Gentili. Approfondimenti anche su politica, sport e cucina. Non mancherà la musica: tra i più attesi, il vincitore del Festival di Sanremo 2017 Francesco Gabbani e il calciatore dell'Atalanta Alejandro “Papu” Gomez, diventato famoso anche come in altre vesti grazie ai video su YouTube.

Polemiche alle spalle

Ormai superate le polemiche con Torino, dove dal 18 al 22 maggio ci sarà la trentesima edizione del Salone del Libro, tra gli espositori di Milano non ci sono alcuni degli editori indipendenti che avevano dato vita all'Associazione Amici del Salone e anche altre case editrici. Ma molti degli assenti, anche se non hanno uno stand in fiera, partecipano lo stesso alla festa. È il caso di Adelphi, Sellerio, La Nuova Frontiera, L'Orma editore, Nottetempo, Marcos y Marcos, Archinto. Non ci sono proprio Minimum Fax, Sur, Iperborea, Voland, 66thand2nd, e/o, ma tutti per motivazioni diverse.

Fuori dai padiglioni

Tra gli eventi clou del “Fuori Tempo di Libri”, quello in programma il 23 aprile, Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore: s’intitola “23. Resistenze. Come la radio e i libri aiutano a resistere” ed è una maratona di letture, con scrittori e dj, musicate in diretta da Saturnino. Non mancheranno eventi in tutta la città: in ristoranti, teatri, biblioteche, musei, parchi. C'è anche Book in bike, con ragazzi che consegnano libri a chi ha difficoltà ad andare in biblioteca. Gli appassionati di letteratura crime e noir non potranno perdere “Il giallo a Milano”, una mostra documentale alla Biblioteca Nazionale Braidense. Milano Linate e Milano Malpensa, poi, diventeranno i primi aeroporti italiani a ospitare il BookCrossing: librerie, vicino ai gate e alle aree di ritiro bagagli, dove lasciare e prendere libri.

Leggi tutto