Non accetta la separazione, uccide la moglie e un'amica: arrestato

2' di lettura

Ortona: le due donne, di 47 e 33 anni, accoltellate a morte. L'uomo, marito di una delle vittime, ha ammesso il delitto

Due donne sono state uccise a coltellate nel primo pomeriggio a Ortona, nel Chietino. L'autore del duplice omicidio è il marito di una di loro. Fermato dai carabinieri per strada, alcuni minuti dopo il secondo delitto, ha confessato e i militari avrebbero anche recuperato il coltello usato per compiere il delitto. Alla base del gesto ci sarebbe l'incapacità di accettare la separazione dalla moglie.

Le vittime

Le vittime sono una donna di 47 anni, moglie dell'assassino da cui si stava separando, e una sua amica di 33. L’uomo, 60 anni, dipendente di un'azienda che eroga gas, è stato fermato dai carabinieri dopo una breve colluttazione.

La prima ricostruzione

Secondo una prima ricostruzione, la moglie è stata uccisa nell'androne di casa di una conoscente, dove si era appoggiata in attesa della separazione. Sulla scena del primo delitto era presente anche la figlia della coppia, che avrebbe provato ad opporsi alla furia omicida del padre. Non avrebbe riportato ferite. A quel punto l'uomo si sarebbe recato a casa della seconda vittima.

Una vittima si era rivolta a centro antiviolenza

La prima vittima, la donna uccisa dal marito, aveva paura di lui e aveva chiesto aiuto rivolgendosi a un servizio sul territorio per segnalare di essere vittima di maltrattamenti. 

Data ultima modifica 13 aprile 2017 ore 19:41

Leggi tutto