Roma, arrestato trafficante con 44 chili di cocaina purissima

La droga, suddivisa in "panetti" è stata ritrovata all'interno di due vetture (Archivio Fotogramma)
1' di lettura

In manette un 45enne albanese, pregiudicato. In casa aveva armi e 150mila euro in contanti. La droga nascosta in due auto

Armi, soldi in contanti e 44 chili di cocaina nascosti in due macchine. Operazione antidroga della Squadra Mobile di Roma, che ha arrestato in flagranza di reato D.L. , trafficante albanese, fermato all’uscita della sua abitazione in zona Guidonia Montecelio. Inutile il tentativo di fuga dell’uomo, bloccato immediatamente dagli agenti di polizia.

Il controllo – Da diverso tempo, gli investigatori stavano seguendo i suoi spostamenti, pregiudicato per reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti e sospettato di muovere grandi quantità di droga sulla piazza di Roma. Sospetti che hanno trovato conferma nel primo controllo sulla vettura a bordo della quale il trafficante è stato fermato. Nascosti in un’intercapedine ricavata all'interno della vettura, sono stati infatti trovati i primi 24 panetti di cocaina, del peso di poco più di un chilo ciascuno.

Le armi in casa – All’interno dell'abitazione dell'uomo, i poliziotti hanno rinvenuto poi due pistole detenute illegalmente (una delle quali risultata rubata), munizioni di vario calibro, un ulteriore chilogrammo di cocaina, nonché soldi contanti per 150mila euro, oltre a materiale per il taglio ed il confezionamento della droga.  

Il parco auto sospetto - Prima di accompagnare l'uomo in Questura, gli agenti, insospettiti dalle numerose macchine in possesso dell'uomo, hanno deciso di controllare a fondo tutte le automobili, che sono poi finite sotto sequestro. All’interno di una di queste, i poliziotti della Mobile hanno trovato altri diciassette chilogrammi di cocaina. Anche questo carico era suddiviso in ''panetti'', nascosti dentro un vano appositamente ricavato vicino al motore.  

Cocaina pura - Le analisi di laboratorio eseguite dalla polizia Scientifica, hanno stabilito un grado di purezza della cocaina sequestrata molto elevato. Lo stupefacente, una volta rivenduto sul mercato e smerciato al dettaglio, avrebbe fruttato milioni di euro. L'uomo è stato arrestato e condotto alla casa circondariale di Rebibbia, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Leggi tutto