Milano, al via il Fuorisalone 2017: la guida agli eventi in città

Il giardino della Statale durante il Fuorisalone 2016 (Getty Images)
1' di lettura

Un migliaio gli appuntamenti in concomitanza con il Salone del Mobile: tra il 4 e il 9 aprile (LA MAPPA) attesi nel capoluogo lombardo 300mila visitatori, di oltre 200 milioni l'indotto previsto. Il distretto nel quartiere Isola è la novità di quest'anno

La settimana del design è alle porte. Dal 4 al 9 aprile, mille eventi sono in programma a Milano per il Fuorisalone, (LA MAPPA CON TUTTI GLI EVENTI) che quest'anno si allarga ad altre due zone: i nuovi distretti dedicati alla creatività sono i quartieri Cadorna e Isola.

I numeri del design – In occasione della 56esima edizione del Salone del Mobile, che comincia martedì 4 aprile, in città sono attesi 300mila visitatori (tanti quanti gli addetti del comparto), provenienti da 165 Paesi. Secondo i calcoli della Camera di Commercio di Milano, nel 2016 l'indotto della Design week è stato di 220 milioni. Duemila gli espositori in Fiera, dove quest'anno – come ogni anno dispari, dal 2011 – si tiene l'evento Euroluce, evento dedicato all'illuminazione: 650 i designer del Salone Satellite. Ma gli eventi più attesi, in particolare dai non addetti ai lavori, sono senz'altro quelli del Fuorisalone (la cui mappa è consultabile sul sito ufficiale). A fare da ciceroni per le vie di Milano, ci saranno cento volontari delle scuole di design.

Isola nuovo distretto –
Le novità del 2017 sono i quartieri di Cadorna e Isola: in quest'ultimo grandi nomi del design internazionale – come il giapponese Kensaku Oshiro – affiancheranno le realtà artigiane locali. Una trasposizione dell'anima di questa parte di Milano, dove le vecchie case di ringhiera convivono con i nuovi grattacieli e il Bosco verticale di Stefano Boeri. Appuntamento principale per l'Isola Design District è il “Milan Design Market” che riunisce 35 designer e brand mondiali nello studio fotografico di Gianni Rizzotti. Da menzionare anche “Green Island”, progetto verde a tappe dell’artista Emilia Faro.

Immancabile Tortona, Ventura la conferma – Il grande classico è via Tortona, che quest'anno ha il suo quartier generale al Base e nel Superstudio una delle tappe obbligate. Il distretto più in voga degli ultimi anni è invece Ventura Lambrate, che raddoppia: accanto al tradizionale spazio nel quartiere nord-orientale della città, quast'anno ci sarà Ventura Centrale, che coinvolge nella settimana del design anche la principale stazione di Milano. Ventuno gli spazi espositivi solo in via Ventura e dintorni, dove sarà protagonista la Svezia con parte del programma dello “Swedish Design Moves”.




In pieno centro – Un altro quartiere che durante il Fuorisalone pullula di vita è Brera, dove il tema – da una citazione di Bruno Munari – è “Progettare è un gioco, giocare un progetto”. Tra gli eventi più interessanti, qui, quello di Gea, installazione ispirata al principio della Marble Machine e progettata da dotdotdot e Opendot, esposta da Eataly. Sempre a Brera, si potrà fare un viaggio tra i grandi nomi del design italiano: da Aldo Rossi a Gaetano Pesce, a Ettore Sottsass. In piazza XXV aprile, è in programma anche #10 Pianos Street, con vecchi pianoforti decorati e abbelliti dai writers della città. Da mettere in conto anche un giro alla sede dell'Università Statale di Milano, il cui giardino quest'anno ospita un'esposizione di designer sudamericani.



 Restando in centro, altre zone coinvolte negli eventi del Fuorisalone sono Sant'Ambrogio, con l'Eat Urban Street Food Festival (nel giardino segreto di via San Vittore 49), il Parco Sempione con il progetto “Inhabits” e le cinque vie, che hanno il loro polo in piazza Gorani. Meritevole di attenzione citare anche il Porta Venezia in Design, che si sviluppa a ridosso di Corso Buenos Aires. Tra app per orientarsi – Per muoversi con disinvoltura tra le aree dedicate al design, sono tre le applicazioni a disposizione: Visit Milano, Salone del Mobile Milano e Fuorisalone.it.

Leggi tutto