Prato, ucciso un uomo di 42 anni: sarebbe una rapina finita male

1' di lettura

Le telecamere hanno ripreso la vittima, un portiere notturno di un hotel, mentre scendeva da un autobus e veniva seguito da un uomo che avrebbe poi tentato di rubargli lo zaino. Il cadavere segnalato da una telefonata anonima

A Prato un uomo di 42 anni è stato ucciso. La vittima, portiere di notte di un albergo, si stava recando al lavoro quando è stato aggredito per portargli via lo zainetto, come mostrato dalle riprese effettuate da alcune telecamere di sicurezza.

 

Indagano i carabinieri – Il cadavere dell'uomo era stato trovato intorno alle 22 davanti al tribunale della città, dopo una chiamata anonima al 112, a cui era seguita una segnalazione di una coppia di ragazzi che avevano visto il corpo insanguinato dalla loro auto. Le immagini video, adesso al vaglio dei carabinieri, mostrano come l'aggressore abbia seguito la vittima dopo che era scesa da un autobus. Le telecamere non hanno tuttavia ripreso il momento dell'aggressione, scattata probabilmente per la reazione della vittima. 

 

Zaino e portafoglio della vittima vicini al luogo del delitto - Secondo quanto emerge dalle indagini, la vittima sarebbe stata aggredita con un’arma a punta, forse un cacciavite, alla gola. Il suo zainetto è stato ritrovato poco distante dal luogo del delitto, mentre il portafoglio in un cassonetto dei rifiuti. Gli inquirenti stanno vagliando tutte le piste e stanno indagano anche nella vita privata dell’uomo.

 

Leggi tutto