Addio a Tomas Milian: dai film d’autore al ruolo di "Er Monnezza"

1' di lettura

L’attore, nato a L’Avana e conosciuto in Italia per aver interpretato il ruolo di Sergio Marazzi in molti polizieschi, si è spento a Miami, stroncato da un ictus

E' morto a Miami Tomas Milian, nome d'arte di Tomas Quintin Rodriguez Milian. L'attore era nato a Cuba, a L'Avana, il 3 marzo 1933 (FOTOGALLERY).

Famoso in Italia per "Er Monnezza" - Viveva da molti anni negli Usa ma era noto soprattutto in Italia dove, nonostante avesse lavorato con autori come Lattuada, Visconti o Maselli, era noto soprattutto per la sua partecipazione in western e nei film polizieschi dove impersonava l'ispettore Nico Giraldi e il poco onesto quanto romanissimo Sergio Marazzi, detto "Er Monnezza". 

Una foto recente di Tomas Milian

 



La carriera - Nel corso della sua carriera ha preso parte a molti film: dai poliziotteschi anni '70 - che lo hanno reso un attore di culto - ai film d'autore sotto la direzione di registi del calibro di Lattuada, Visconti, Antonioni e Pasolini. Per approdare nel mondo anglosassone in pellicole firmate da Oliver Stone, Steven Spielberg e Steven Soderbergh, solo per citarne alcuni. Tra le sue pellicole più note ricordiamo: "Il trucido e lo sbirro" del 1976; "La banda del gobbo" del 1977 e "Squadra antiscippo" sempre del 1976. Nel 2014 l'attore ha ricevuto il Marc'Aurelio Acting Award alla carriera assegnato ogni anno dal Festival Internazionale del Film di Roma.


Stroncato da un ictus - Tomas Milian è stato trovato ieri nella sua abitazione di Miami, alle 23 ora locale. La morte è avvenuta per ictus. "La settimana scorsa - ha detto all’Ansa Monica Cattaneo, sua grande amica - l'ultima volta che ci siamo sentiti, mi chiedeva di riportarlo a Roma perché aveva deciso che voleva vivere a Roma gli ultimi anni della sua vita e morire nella città che aveva visitato l'ultima volta quando era stato premiato alla Festa del cinema di Roma". 

La moglie era scomparsa nel 2012 - Non si sa ancora quando saranno i funerali ma l'attore aveva espresso la volontà di essere cremato. La moglie era morta nel 2012. Lascia il figlio Tommaso che vive a New York.

 

Leggi tutto