Asili nido: priorità a figli di famiglie in Veneto da 15 anni

1' di lettura

Il Consiglio regionale ha approvato la norma che dà la precedenza ai bimbi di chi vive o lavora nel territorio da almeno 15 anni, anche in modo non continuativo

Precedenza ai bambini veneti negli asili nido della regione. Una nuova regola norma approvata dal Consiglio regionale del Veneto prevede infatti accessi 'privilegiati' ai servizi educativi per la prima infanzia e gli asili nido di competenza comunale per i bambini di famiglie che hanno la residenza in Veneto da almeno quindici anni, anche in modo non continuativo, o che lavorino nella Regione sempre da 15 anni.

 

Il  progetto di legge, presentato dalla Lista Tosi, ha  raccolto l'adesione di più gruppi di maggioranza e 30 voti favorevoli  (Lega, Lista Zaia presidente e Fratelli d'Italia), 13 contrari (Pd e  Movimento 5 Stelle) e 3 astensioni (FI).

 

"La ratio della proposta di legge è quella di differenziare i soggetti non già al momento della presentazione della domanda per l'accesso ai servizi di nido bensì nella formazione delle relative graduatorie in ragione della limitatezza dei posti disponibili: riteniamo si debbano privilegiare quei cittadini che dimostrano di avere un serio legame con il territorio della nostra Regione" spiega Giovanna Negro, relatrice della proposta di legge. "E’ giusto dare priorità di diritti a chi vive e continua a credere nella propria terra, e quello del nido è un importante servizio a sostegno della famiglia" sostiene Maurizio Conte, anche lui consigliere della lista Tosi. 

Leggi tutto