Maltempo in Centro Italia: crollano le mura castellane di Amandola

Una foto del crollo delle mura (Ansa)
1' di lettura

Situazione critica nell'entroterra tra Ascoli Piceno e Fermo, con frane e smottamenti causati dalle piogge e dallo scioglimento della neve caduta nelle scorse settimane. Fiumi in piena nelle Marche. Oggi Gentiloni in visita nel Teramano

Dopo le nevicate delle scorse settimane, si registrano forti disagi in centro Italia fra frane, crolli e smottamenti (IL METEO). Ad Amandola, in provincia di Fermo, è crollata una parte delle mura castellane lungo la circonvallazione che porta al centro storico. Lunedì sera, il sindaco Adolfo Marinangeli, aveva lanciato l’allarme e aveva invitato i cittadini a evitare gli spostamenti, se non strettamente necessari. Sul posto stanno operando i vigili del fuoco di Amandola e Ascoli Piceno, mentre le strade circostanti sono state chiuse.

 

Le frane e le piogge - Sono state segnalate anche diverse frane nelle zone di Tasso e Valegnara dove alcune strade sono state chiuse. Nell’entroterra la situazione resta critica, soprattutto nel tratto che va da Ascoli Piceno a Fermo, dove sono stati segnalati degli smottamenti causati dalle piogge insistenti e dallo scioglimento della neve caduta nelle scorse settimane.

 

Marche, fiumi sui livelli di guardia - I fiumi delle Marche sono ancora in piena a causa delle forti piogge che si sono riversate sulla Regione nelle ultime 24 ore. E le precipitazioni dureranno anche per tutta la giornata di oggi, così come succederà in molte zone dell'Abruzzo.

 

Il premier Gentiloni nel teramano - Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni oggi è in visita alle popolazioni colpite dal terremoto e dal maltempo. Gentiloni visiterà prima Montorio al Vomano e poi Teramo, dove incontrerà i sindaci del territorio.

Leggi tutto