Messina, 24enne dà fuoco alla ex. Ma lei lo difende: non è stato lui

1' di lettura

Il giovane si è consegnato alla polizia ed è accusato di tentato omicidio. Ma la 22enne, che ha ustioni di primo e secondo grado, cerca di scagionarlo. I pm non hanno dubbi: "Identificato da diverse prove". La madre della vittima: "Era diventato geloso e possessivo" (VIDEO). 

Ha ustioni di primo e secondo grado sul 13% del corpo una ragazza di 22 anni, ricoverata al Policlinico di Messina, dopo che ieri mattina l'ex fidanzato l'ha cosparsa di benzina e le ha dato fuoco. L'uomo, di 24 anni, si è presentato alla polizia insieme al proprio avvocato e ha ammesso il suo gesto. Immediato è scattato il fermo con l'accusa di tentato omicidio.

 

La vittima: "Non è stato lui", i pm: "Identificato da diverse prove" - Nonostante l'ammissione del 24enne, la ragazza avrebbe però cercato di scagionarlo. Secondo un audio riportato dal quotidiano La Repubblica la vittima dal suo letto di ospedale avrebbe chiesto di essere ascoltata dalla polizia e continuerebbe a ripetere che "non è stato lui, hanno arrestato un innocente". 

La procura di Messina intanto precisa anche che la posizione del 24enne non cambia. Il fermato, spiegano gli inquirenti, è stato identificato da altri elementi di prova, e non dalla fidanzata, che sono stati allegati alla richiesta di convalida inviata al Gip.

 

La vittima non è in pericolo di vita - Secondo quanto ricostruito, il tentativo di omicidio è avvenuto in casa della vittima nel quartiere Bordonaro. La ragazza, ha spiegato Francesco Stagno d'Alcontres, primario di Chirurgia plastica del Policlinico. "è cosciente e non è in pericolo di vita", aggiungendo che "la prognosi è riservata a scopo cautelativo per 48 ore". Le ferite, ha detto il medico, "sono al fianco, la caviglia e la mano destra e la coscia sinistra".



Aggressione all'alba - Il giovane domenica 8 gennaio, poco dopo l'alba, avrebbe suonato il campanello di casa della ex con cui aveva avuto una relazione molto tormentata che si sarebbe conclusa due mesi fa. La ragazza ha aperto appena sveglia e si è trovata di fronte il giovane che l'ha spinta dentro e le ha versato addosso una tanica di benzina dandole fuoco.  A chiamare i soccorsi è stata una parente della ragazza che ha cercato di spegnere le fiamme. 

 

La madre della ragazza: "Era diventato geloso e possessivo" - Il ragazzo, ha raccontato la madre della 22enne ai microfoni di Sky TG24, negli ultimi tempi "era diventato geloso e possessivo".

 

 

 

Indagine della squadra mobile  - Gli agenti della squadra mobile stanno interrogando il giovane. Ieri per tutto il giorno sono stati sentiti i genitori della  vittima. Alla base dell’aggressione ci sarebbe il rifiuto del giovane di accettare che la storia d’amore fosse finita.L'ex fidanzato della vittima è stato trasferito presso la casa circondariale di Gazzi.

Leggi tutto