La Francia dirà addio al glifosato: stop al diserbante entro il 2022

Il glifosato è un diserbante che alcuni ritengono tossico per flora e fauna acquatiche (foto d'archivio, Getty Images)
1' di lettura

L'annuncio è stato dato dal portavoce del governo transalpino. L'Unione europea, intanto, sta discutendo la possibilità di prorogare l'utilizzo dell'erbicida per dieci anni

Entro cinque anni la Francia proverà a dire progressivamente addio all'uso del glifosato, l'erbicida più diffuso al mondo. La decisione francese arriva in un'Europa dove invece una chiara presa di posizione politica in materia è stata recentemente rinviata.

La decisione controversa della Francia

A dare l'annuncio è stato il portavoce del Governo transalpino Christophe Castaner che - come riporta France Presse - ha messo come termine “per tutti gli utilizzi, compreso quello agricolo, la fine del quinquennato”, cioè appunto il 2022. Poi però, come riporta “Le monde”, Castaner ha precisato che entro tale data “il Governo si impegna a ottenere progressi significativi per tutti i pesticidi utilizzati, cercando dei prodotti sostitutivi”.

L'utilizzo del glifosato in Europa

La Francia, assieme alla Svezia, è l'unico Paese ad essersi finora opposto apertamente alla proroga di dieci anni all'utilizzo del glifosato (prodotto principalmente dalla Monsanto) in discussione a livello europeo, la cui decisione è stata rinviata al prossimo 5 ottobre. “È fuori questione che, se l'Europa dice sì, la Francia dica di no”, ha spiegato una dirigente dei sindacati agricoli francesi sempre a “Le monde”.

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24