Taranto, il Wwf annuncia la nascita di 16 tartarughe

Tartaruga Caretta caretta (credit Getty Images, foto d'archivio)
2' di lettura

Gli animali, della specie Caretta caretta, sono venuti alla luce a Castellaneta Marina in un nido dove le uova erano state deposte lo scorso 14 giugno

Un lieto evento per tutti gli amanti del mare. Ad annunciarlo è stato il Wwf, rivelando che, dopo 52 giorni di incubazione, si sono schiuse alcune delle uova di un nido di tartarughe a Castellaneta Marina, in provincia di Taranto. Sono così apparsi 16 piccoli esemplari della specie Caretta caretta, come documentato anche in un video che l'associazione ambientalista ha postato sulla propria pagina Facebook.

La schiusa

Le uova del nido, che sono in totale 86, erano state deposte lo scorso 14 giugno nelle vicinanze del lido "La Barchetta" e subito il Wwf di Policoro (Matera) si era attivato per spostarle in una zona più sicura della spiaggia. I primi 16 nati sono venuti alla luce nella notte tra il 5 e il 6 agosto e si sono poi diretti verso il mare, con l'assistenza degli operatori del Wwf e di alcuni volontari.

Protezione e sorveglianza

Questa nascita arriva al termine di una fase di monitoraggio e protezione che ha previsto, già dalla fine dello scorso luglio, la sorveglianza 24 ore su 24 del nido. Un lavoro che, come ha ricordato il Wwf, è stato sostenuto anche dal Comune di Castellaneta: l'ente ha infatti svolto la sua parte per la salvaguardia del luogo e degli arenili circostanti emettendo, primo comune in Puglia, un'ordinanza restrittiva.

Progetto internazionale

La scoperta e la salvaguardia del nido di Castellaneta, insieme a quello della non lontana Villapiana, controllato anch'esso dal Wwf dell'Oasi di Policoro, è uno dei risultati ottenuti nell'ambito del Progetto Life Euroturtles che coinvolge Croazia, Cipro, Grecia, Malta, Slovenia e Italia e prevede lo svolgimento di azioni collettive per il miglioramento dello status delle tartarughe marine della Comunità Europea.

Leggi tutto
Prossimo articolo