Regno Unito, proposte multe per chi sosta con l'auto accesa

L'esposizione prolungata alle polveri sottili sarebbe associata alla morte prematura di circa 25 mila persone l'anno solo in Inghilterra (Getty Images)
3' di lettura

L'idea arriva dagli esperti del National Institute for Health and Care Excellence (Nice) per far fronte all'inquinamento atmosferico e tutelare la salute dei cittadini

Nel Regno Unito, chi sosta fuori da una scuola o un ospedale con il motore della propria macchina acceso potrebbe presto essere multato. La proposta è contenuta nelle linee guida diffuse nei giorni scorsi dal National Institute for Health and Care Excellence (Nice), che fa capo al ministero britannico della Salute. L’idea sarebbe quella di stabilire dei divieti di sosta con motore acceso in aree frequentate dalle persone più vulnerabili e a rischio.

Le misure anti-smog

Il Westminster City Council, l'autorità locale del quartiere londinese di Westminster, fa parte degli istituti che già hanno introdotto delle aree di divieto di sosta con motore acceso. Per i cittadini che violano il provvedimento, infatti, sono previste multe fino a 80 sterline. La misura sarebbe giustificata dall’elevato tasso di inquinamento prodotto dagli autoveicoli accesi in sosta. Il consiglio di Westminster ha sottolineato, infatti, che il motore acceso di una macchina in un minuto produrrebbe sostanze chimiche nocive sufficienti per riempire 150 palloncini. Oltre alle aree di divieto di sosta con motore acceso, ci sono anche altre proposte e suggerimenti nelle linee guida prodotte dal Nice. Ad esempio, vengono esposti dei consigli per una guida corretta che eviti accelerazioni e decelerazioni rapide. Si suggerisce di installare punti di ricarica per veicoli elettrici nelle aree residenziali o nei luoghi di lavoro. Si sponsorizzano servizi come il car sharing, che possano ridurre le emissioni inquinanti. Inoltre, le autorità locali, secondo le linee guida dell'istituto, potrebbero considerare anche zone a traffico limitato nelle quali fornire agli autisti dati in tempo reale sulla velocità ottimale da tenere.

Le morti da inquinamento atmosferico

Secondo gli esperti del ministero della Salute britannico, l’esposizione prolungata alle polveri sottili sarebbe associata alla morte prematura di circa 25 mila persone ogni anno solo in Inghilterra. Tra le cause dell’elevato tasso di smog, il traffico stradale è ritenuto il responsabile del 64% dell'inquinamento nelle città. "L'inquinamento atmosferico -  ha osservato Paul Lincoln, a capo della commissione per le linee guida del Nice - rappresenta un rischio importante per la nostra salute e le misure suggerite finora non sono riuscite a far fronte al problema in modo sufficiente". "Questa guida – ha aggiunto ancora Lincoln - descrive una serie di azioni pratiche che le autorità locali possono adottare, come l'istituzione di zone con divieto di sosta a motore acceso per ridurre le emissioni e proteggere i cittadini". 

Leggi tutto
Prossimo articolo