Serie A, focolaio nel Torino: Asl blocca trasferta. Stop anche all'Udinese

Piemonte
©Getty

I granata domani avrebbero dovuto affrontare l’Atalanta a Bergamo, mentre i friulani erano attesi a Firenze per sfidare la squadra di Vincenzo Italiano. La Salernitana, che conta 11 positivi e altri 25 in isolamento tra giocatori e staff, non si presenterà all'Arechi per il match contro il Venezia. A rischio anche Bologna-Inter

ascolta articolo

La Serie A fa i conti con il Covid. Sono già tre le partite in programma domani, prima giornata del girone di ritorno, che non verranno disputate a causa della quarantena imposta alle squadre dalle Asl territoriali. La prima ad essere bloccata è stata il Torino. I granata sono stati fermati dalle autorità sanitarie prima della partenza per Bergamo, dove domani avrebbero dovuto affrontare l'Atalanta. Sono 8 i giocatori positivi in isolamento, ma tutto il gruppo dovrà osservare un periodo di quarantena di 5 giorni, fino al 9 gennaio. Il Torino non potrà quindi disputare neppure la partita casalinga di domenica prossima contro la Fiorentina. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA)

Stop anche all'Udinese

leggi anche

Covid, Juve-Napoli: per l'Asl il club azzurro può partire per Torino

Stessa decisione è stata assunta anche dall'Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale, che ha disposto una quarantena di 5 giorni per i giocatori dell'Udinese, dopo le numerose positività emerse all'interno della squadra e dello staff. I friulani dunque non disputeranno né la partita con la Fiorentina in programma domani al Franchi, né quella tra le mura amiche contro l'Atalanta di domenica.

La Salernitana non si presenta contro il Venezia

Anche la Salernitana domani pomeriggio non si presenterà allo stadio Arechi per la sfida contro il Venezia. I campani contano undici positivi nel gruppo squadra e l'Asl di Salerno ha messo in isolamento altre 25 persone (tra cui diversi calciatori) che hanno avuto contatti con gli ultimi 5 contagiati riscontrati lunedì. Il club aveva chiesto alla Lega Serie A il rinvio del match che non è stato accordato.

Bologna-Inter a rischio

A rischio anche Bologna-Inter per i troppi contagi tra i rossoblù. Il dipartimento di sanità pubblica di Bologna starebbe infatti valutando la quarantena per la squadra di Mihajlovic, che comporterebbe quindi l'annullamento di tutte le attività agonistiche e di allenamento.

Torino: I più letti