Novara, uomo accoltellato nel suo appartamento: confessa una donna

Piemonte
©Ansa

Si tratta della collaboratrice domestica della vittima, interrogata a lungo nel pomeriggio dai carabinieri. Ha confessato di avere colpito il pensionato con un coltello da cucina e poi, sotto choc, è fuggita dalla vicina di casa

 

Un uomo di 68 anni, Antonio Amicucci, è stato trovato morto oggi nella sua abitazione di Novara. A confessare l'omicidio è stata la collaboratrice domestica della vittima, interrogata a lungo nel pomeriggio. La donna, 51 anni, ha riferito di avere colpito il pensionato con un coltello da cucina e poi, sotto choc, è fuggita dalla vicina di casa. L'omicidio sarebbe avvenuto al culmine di una lite scoppiata per cause ancora da chiarire. Dopo la confessione, è stata arrestata. I militari dell'Arma indagano ora sui motivi dell'aggressione. La donna, residente nello stesso quartiere, sposata e con figli, lavorava da almeno tre anni in quella casa.

Il delitto

L'omicidio è avvenuto nell'abitazione di Amicucci al civico 1 di via Andoardi, all'angolo con via Beltrami. A dare l'allarme sono stati i vicini di casa, che avrebbero sentito degli strani rumori provenire dall'appartamento. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, che hanno sfondato la porta, e i soccorritori del 118, che hanno constatato il decesso della vittima. Sul luogo dell'omicidio è giunto anche il procuratore di Novara, Giuseppe Ferrando. Il coltello usato per uccidere sarebbe stato trovato accanto al cadavere. Nell'appartamento, con la vittima, anche il cane di un conoscente, un pastore maremmano di cui era solito occuparsi e che è stato preso in consegna dall'Enpa. Originario dell'Abruzzo, Amicucci era in pensione. I vicini di casa lo descrivono come una persona riservata e solitaria.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24