Asti, coltivava marijuana in cascina: 29enne espulso dall'Italia

Piemonte
©Ansa

Attraverso cinque cavi rubava la corrente da un palo dell'energia elettrica per alimentare trasformatori, lampade, sistemi di irrigazione, depuratori e ventilatori con filtri che evitavano la diffusione del tipico odore della marijuana

Espulso dall'Italia il 29enne che in una cascina sulle colline di Canelli (Asti) coltivava marijuana, come la polizia di Cuneo aveva scoperto nell'ottobre 2020. La droga era destinata ai mercati di Cuneo e Asti. Attraverso cinque cavi rubava la corrente da un palo dell'energia elettrica per alimentare trasformatori, lampade, sistemi di irrigazione, depuratori e ventilatori con filtri che evitavano la diffusione del tipico odore della marijuana.

L'arresto e poi l'espulsione

In manette era finito il custode della cascina, un albanese di 29 anni. L'uomo è stato condannato dal tribunale di Asti, nei giorni scorsi a un anno e 10 mesi e, in base alla normativa sull'immigrazione, la pena è stata sostituita con l'espulsione immediata dal territorio nazionale.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24