Verbania, furti e rapine: sgominata banda accusata di 64 colpi

Piemonte
©IPA/Fotogramma

L'indagine è partita da una tentata rapina, il 7 novembre 2019, a Gignese (VCO), sul Lago Maggiore e dalla targa di un Suv, la cui presenza è stata rilevata anche in altri comuni del Vco e in provincia di Varese, in concomitanza di altrettanti furti in abitazione

Sono accusati di 62 furti e due rapine i componenti della banda di albanesi arrestati questa mattina nel corso di un'operazione condotta dai carabinieri di Verbania, che hanno dato esecuzione a diverse ordinanze di custodia cautelare. Furti e rapine in abitazione, commessi in diverse province del Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Alcuni dei destinatari dei provvedimenti restrittivi sono risultati irreperibili mentre sono stati arrestate due persone di 35 e 36 anni, già agli arresti domiciliari a Savona e Mozzate, e portati in carcere a Savona e Como. In carcere a Milano è finito un altro uomo di 28 anni, domiciliato a Segrate, mentre la moglie di 32 anni è ai domiciliari.

Il sequestro

Inoltre, i carabinieri hanno sequestrato capi d'abbigliamento, monili e orologi di marca, una carabina H&K cal. 223 con due caricatori e 34 cartucce, una pistola semiautomatica Beretta 9x21, con due caricatori e 15 cartucce. L'indagine è partita da una tentata rapina, il 7 novembre 2019, a Gignese (VCO), sul Lago Maggiore e dalla targa di un Suv, la cui presenza è stata rilevata anche in altri comuni del Vco e in provincia di Varese, in concomitanza di altrettanti furti in abitazione. Il sodalizio criminale si muoveva in tutto il nord Italia, anche grazie all'utilizzo di veicoli rubati ai quali cambiavano le targhe.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24