Incendio sul monte Musinè nel Torinese, spento rogo sul lato Ovest

Piemonte

Il rogo si è sviluppato in breve tempo a causa del forte vento che ha colpito la zona

Continuano le operazioni di spegnimento dell'incendio che ieri pomeriggio ha colpito le pendici del Monte Musinè, nel territorio di frazione Grangiotto nel Comune di Caselette, in provincia di Torino. Sono più di 300 gli ettari coinvolti dall'incendio boschivo. Nella notte sono state spente le fiamme sul lato Ovest, tra Almese e Casellette. Dopo l'intervento di questa mattina dell'aereo Canadair, ora è l'elicottero 'Aquila Rossa' dei vigili del fuoco a sganciare sulle fiamme circa novemila litri di acqua per ogni carico. Le alte colonne di fumo sono visibili, nella giornata di pieno sole, a molte decine di chilometri di distanza.

L'incendio

L'incendio ieri è partito dalla frazione Grangiotto, nel comune di Caselette (in provincia di Torino) per poi estendersi rapidamente, favorito dal forte vento. I fronti sono su due versanti, uno all'imbocco della Val di Susa e uno sulle ultime propaggini della Val di Lanzo. Nelle prime ore del mattino c'è stato il cambio del personale dei vigili del fuoco. Sul posto sono giunte le squadre di Alpignano, Almese, Avigliana, Torino e tre squadre di volontari. Ha operato anche un elicottero che ha scaricato acqua da un serbatoio da mille litri. Sul posto era presente anche il funzionario di servizio dei vigili del fuoco per dirigere, insieme a due direttori le quattro squadre dei vigili del fuoco, numerosi volontari e squadre Aib (antincendio boschivi). Non si sono registrati pericoli per le abitazioni, mentre una linea elettrica ad alta tensione è stata isolata.

Sempre in Valle di Susa, i vigili del fuoco sono impegnati a spegnere un vasto incendio scoppiato a Coldimosso (Torino), in un canalone, tra l'abitato della frazione e l'ex discarica di Mattie. Un altro rogo, più piccolo, è stato spento invece a Gravere. 

Il rogo nel Biellese

Un altro incendio boschivo è scoppiato a Sordevolo (Biella), dove sono impegnati Vigili del fuoco e squadre Aib. Sulle montagne piemontesi continua a soffiare il vento anche se meno impetuoso rispetto ai due ultimi giorni. Ieri - informa con un tweet la Protezione civile del Piemonte - nelle operazioni di spegnimento degli incendi boschivi sono stati impegnati complessivamente 75 volontari a Caselette, Castellamonte (Torino), Ornavasso (VCO) e Borgo San Dalmazzo (Cuneo), supportate da 24 mezzi da terra e tre aerei. Sul rogo scoppiato a Sordevolo, dove sorge la Trappa, storico edificio monacale recuperato in tempi recenti, indagano i carabinieri forestali. Le fiamme hanno già divorato una ventina di ettari di bosco.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24