Torino, si cucì bocca a processo: boss Ercolano di nuovo arrestato

Piemonte
©Fotogramma

Ora è accusato di porto e detenzione illegale di armi. Cugino del boss Nitto Santapaola, è considerato anch'egli un capo

Già condannato per mafia nel maxiprocesso di Palermo, e ora libero dopo alcuni decenni trascorsi in carcere, girava armato di pistola (lo hanno accertato le indagini condotte tra marzo e maggio 2019). Per questo motivo Salvatore Ercolano  - detto 'Turi', 70 anni - esponente di spicco del clan catanese Santapaola-Ercolano è stato arrestato dai carabinieri di Torino e si trova ora ai domiciliari.

L'accusa

Ora è accusato di porto e detenzione illegale di armi. Cugino del boss Nitto Santapaola, Ercolano è considerato anch'egli un capo. Divenne celebre a metà degli anni Ottanta, per la protesta che mise in scena in aula durante il maxi processo, a cui si presentò con le labbra cucite con una spillatrice.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.