Gare truccate in Asl piemontesi, misura cautelare per rappresentante società farmaceutica

Piemonte

Obbligo di presentazione quotidiana alla polizia per il legale rappresentante di una ditta che si era aggiudicata la fornitura di un costoso medicinale, un sostituto osseo, alla Città della Salute e della Scienza di Torino

Nuova misura cautelare nell'ambito dell'operazione 'Molosso', con al centro episodi di corruzione e frode nelle forniture delle Asl piemontesi. La guardia di finanza ha notificato l'obbligo di presentazione quotidiana alla polizia al legale rappresentante di una società farmacautica che si era aggiudicata la fornitura di un costoso medicinale, un sostituto osseo, alla Città della Salute e della Scienza di Torino. Il provvedimento è stato emesso dal gip.

Le accuse

Secondo le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Enrica Gabetta e dirette dal pm Giovanni Caspani della Procura di Torino, l'uomo avrebbe corrotto un dipendente dell'azienda ospedaliera il quale falsificava le richieste d'ordine del farmaco.

L'operazione

Lo scorso novembre la guardia di finanza ha eseguito 15 ordinanze di misura cautelare nei confronti di pubblici dipendenti, commissari di gara ed agenti e rappresentanti di alcune imprese accusati, a vario titolo, di corruzione, turbativa d'asta e frode nelle pubbliche forniture.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.