Carignano, spara a moglie e figli: gravi le condizioni della bambina

Piemonte
©Fotogramma

La piccola è l'unica superstite della strage familiare nella quale è morta la madre, il fratellino gemello e il padre suicida

Restano ancora gravi le condizioni della bambina di due anni ferita dal padre con un colpo di pistola alla testa. La piccola è l'unica superstite della strage familiare nella quale è morta la madre, il fratellino gemello e il padre suicida. Adesso è ricoverata in coma nel reparto di Rianimazione dell'ospedale Regina Margherita, dopo che il proiettile gli ha procurato un gravissimo trauma cranico.

La tragedia

La tragedia è avvenuta all'alba di ieri in una villetta (sottoposta a sequestro penale) di Carignano, in provincia di Torino. Il padre della bambina, Alberto Accastello, operaio di 40 anni, ha sparato alla moglie, Barbara Gargano, 38 anni, ai due figli e al cane, poi si è suicidato. La donna è morta sul colpo, il bambino durante il trasporto in ospedale. Dalle ricostruzioni dei carabinieri è emerso che la moglie voleva la separazione.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24