Bonus spesa, sindaca di San Germano respinge accuse: "Capesante bene primario"

Piemonte
©Ansa

Così la prima cittadina: "E' scritto nelle linee guida del ministero della Salute. Su questo si è basato chi le ha acquistate, il responsabile del servizio del Comune, che ha fatto scelte oculate, anche in base alle diverse diete dei cittadini"

Le mazzancolle e le capesante "sono un bene primario ed è scritto nelle linee guida del ministero della Salute. Su questo si è basato chi le ha acquistate, il responsabile del servizio del Comune, che ha fatto scelte oculate, anche in base alle diverse diete dei cittadini". Risponde così la sindaca di San Germano, nel Vercellese, Michela Rosetta, al centro di polemiche sui generi alimentari comprati direttamente dall'amministrazione, ai tempi del bonus spesa, e distribuiti alle famiglie in difficoltà, in cui compaiono prodotti ittici dell'Ecuador e del Pacifico. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

Le dichiarazioni

"Gli alimenti non li ho scelti io, ma il mio funzionario - prosegue la sindaca leghista -, che ha valutato i valori nutrizionali necessari per una persona nell'arco della giornata. Non giustifico la bufera che si è scatenata contro di me: 11 chili di mazzancolle sono costati 128 euro, se avessimo acquistato la stessa quantità di simmenthal avremmo pagato 568 euro. L'inserimento di alcuni beni alimentari non è a cura del sindaco, organo politico che decide sul bene del proprio paese". Sulla scelta di acquistare direttamente i prodotti, e non di distribuire i buoni come hanno fatto altri centri, Rosetta ha detto che è stata "una scelta personale. A me neanche piacciono le mazzancolle". Poi: "Non esiste alcun contrasto nel mio partito. La polemica nasce dal Pd e dalla sinistra locale, che inganna e distrugge moralmente un sindaco che ha operato nell'interesse della sua comunità. Questo è un processo mediatico a una "salviniana di ferro": confermo di esserlo, sono onorata e fiera di stare con Salvini. Noi aiutiamo tutto l'anno 50 famiglie bisognose di San Germano con l'acquisto di beni primari. Abbiamo gestito al meglio i soldi e ritengo di aver fatto il il mio dovere, prendendo decisione giuste". 

Il caso

L'acquisto di mazzancolle tropicali dell'Ecuador e capesante del Pacifico avevano fatto discutere. Il caso era scoppiato ieri: "Mi sembra una polemica legata alla mia appartenenza politica", aveva tagliato corto la sindaca.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24