Cuneo, armi cariche e munizioni nascoste: denunciati padre e figlio

Piemonte

Si tratta di cinque fucili uso caccia e altrettante pistole, tenute in armadi, sotto il letto, in auto ed in immobili diversi da quanto dichiarato

Tenevano armi da fuoco, regolarmente denunciate, negli armadi, sotto il letto, in auto e in immobili diversi da quanto dichiarato: per questo padre e figlio sono stati denunciati dai carabinieri forestali di Mondovì (Cuneo), col supporto dei colleghi di Ceva. I due infatti, pur essendo in possesso di porto d'arma da fuoco per uso sportivo, tenevano le armi in modo non sicuro in quanto non idoneo a impedirne l'uso da parte dei conviventi (tra cui un minore) o altre persone. 

Il sequestro

Le armi sono state sequestrate in un'azienda agricola di Piozzo (Cuneo): si tratta di cinque fucili uso caccia ed altrettante pistole, molte delle quali cariche e pronte all'utilizzo. Tra le munizioni rinvenute, circa 300, metà risultavano inoltre non essere mai state denunciate alla competente Stazione territoriale dei Carabinieri. La presenza di armi da caccia e munizioni nelle auto, oltre ad un cartello metallico di delimitazione dell'Ambito Territoriale di Caccia (ATC) CN4, farebbe pensare che venissero utilizzate anche per bracconaggio.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.