Torino, Gay Pride 2020 annullato: niente corteo per le vie della città

Piemonte
©Getty

Evento per la prima volta in modalità virtuale per l'emergenza Covid-19, a causa della quale la manifestazione simbolo dell'orgoglio Lgbtq+ non invade le strade

La rete e la Mole Antonelliana vestite di arcobaleno, un talk live su Facebook, una raccolta alimentare per Torino Solidale e un fumetto creato da Rèn e ispirato all'hashtag della giornata #LaSicurezzaDeiDiritti. Così oggi Torino celebra il suo Pride, il primo in modalità virtuale per l'emergenza Covid-19, a causa della quale per la prima volta la manifestazione simbolo dell'orgoglio Lgbtq+ non invade le strade.

Nuova strada sul web

La battaglia per i diritti non si ferma e prende dunque nuove strade, prima di tutto quella del web, dove il Torino Pride invita tutti a partecipare alla giornata condividendo sui social "ogni contributo con cui si sentirà di partecipare in prima persona al Pride". La piattaforma di GayDay2 ospita, inoltre, una staffetta live per i diritti, con ospiti come Vladimir Luxuria, i rettori di Università e Politecnico Stefano Geuna e Guido Saracco, Oscar degli Statuto, ConiglioViola, Monica Carocci, Pierluigi Pusole.

La Mole si colora

E dalle 20 anche il simbolo della città si colora di arcobaleno grazie a Comune e Iren. "Questo momento, anche se principalmente sul web - sottolinea la coordinatrice del Torino Pride Graziana Vetrano -, è necessario per mantenere viva l'attenzione, anche durante l'emergenza Covid, sui passi che è ancora necessario compiere per vedere davvero riconosciuti i diritti di tutte e tutti".

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.