Multati per pallone a Borgaro Torinese, sindaco chiede di togliere sanzione

Piemonte

Il primo cittadino, Claudio Gambino, aveva incontrati i ragazzi. I giovani, in buona parte minorenni, hanno spiegato di non essere a conoscenza dell'ordinanza di divieto

Il sindaco di Borgaro Torinese, Claudio Gambino, scrive al prefetto di Torino per chiedere "pene alternative" alla salata sanzione pecuniaria di 400 euro prevista per il gruppo di ragazzini che domenica è stato identificato dai carabinieri mentre giocava a calcetto nel campo comunale, violando le norme anti Covid-19.  (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

La richiesta del sindaco

Secondo quanto riporta il sindaco, Claudio Gambino, i giovani, in buona parte minorenni, hanno spiegato di non essere a conoscenza dell'ordinanza di divieto. Gambino spiega di aver incontrato i ragazzi, che si sono mostrati dispiaciuti. "In considerazione dei fatti esposti mi rivolgo a Lei per chiedere se fosse possibile applicare una sanzione collettiva ai ragazzi con una pena alternativa in luogo della sanzione pecuniaria - si legge sulla lettera - che finirebbe per ricadere sulle finanze dei genitori e non dei ragazzi effettivi responsabili della violazione". Il sindaco ritiene che un intervento del prefetto in questa direzione "possa costituire per i giovani coinvolti e per tanti loro coetanei un'importante lezione di educazione civica". 

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.