Coronavirus Piemonte, dal 3 giugno obbligo mascherine solo se non c'è distanziamento

Piemonte

Non sarà prorogata l'ordinanza, in vigore fino alla mezzanotte di domani, che obbliga a indossare le mascherine anche all'aperto nei centri abitati e nelle aree commerciali

L'ordinanza della Regione Piemonte che obbliga a indossare le mascherine anche all'aperto nei centri abitati e nelle aree commerciali, in vigore fino alla mezzanotte di domani, non sarà prorogata. "Dal 3 giugno torneranno a valere le nome del Dpcm firmato dal presidente Conte. Ma ricordo a tutti che la regola è quella dell'obbligatorietà della mascherina ovunque non sia possibile garantire il rispetto del distanziamento interpersonale", ha spiegato il presidente Alberto Cirio parlando dell'emergenza Coronavirus (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE).

Cirio: "Finora poche contravvenzioni"

approfondimento

Coronavirus, Sileri: “Impossibile dire oggi se virus si sia attenuato”

"La regola specifica adottata in Piemonte per questo lungo ponte del 2 giugno - ha aggiunto Cirio - è stata una scelta giusta, i controlli sono stati svolti in maniera intelligente e ci sono state, finora, poche contravvenzioni. Con la riapertura del 3 torniamo alle norme previste dal Dpcm pronti però a nuovi interventi se si verificassero delle storture".

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.