Torino, ordinavano pizza e arrivava cocaina: arrestati

Piemonte

Si tratta di cittadini tra i 22 e i 41 anni accusati di associazione per delinquere, detenzione e spaccio, nonché estorsione. Non erano rare, infatti, le ritorsioni nei confronti dei clienti per il recupero delle somme non corrisposteì

Al telefono, o sui social, la droga erano "pizze e birre". Un ristorante nel centro di Ciriè, in provincia di Torino, era la base utilizzata da una banda per trafficare stupefacente. Sono sei gli arresti eseguiti dai carabinieri. Si tratta di cittadini albanesi tra i 22 e i 41 anni accusati di associazione per delinquere, detenzione e spaccio, nonché estorsione.

Il modus operandi

Non erano rare, infatti, le ritorsioni nei confronti dei clienti per il recupero delle somme non corrisposte. Lo stupefacente veniva di solito interrato in impervie zone boschive, mentre le dosi venivano confezionate in una mansarda alla periferia di Ciriè. Il giro d'affari stimato dai militari era di circa 50mila euro al mese. Durante le indagini, gli investigatori avevano già arrestato quattro pusher, sequestrato 50 grammi di cocaina in dosi e recuperato 24mila euro in contanti, provento dello spaccio. 

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.