Biella, falso matrimonio per ottenere visto: denunciata organizzatrice

Piemonte
Foto di archivio (Getty Images)

La “promessa" sposa, a cui era stata offerta una somma di 2.300 euro, era stata circuita da una conoscente e non aveva mai incontrato il cittadino extracomunitario che sarebbe diventato suo marito

Un matrimonio combinato organizzato con lo scopo di regolarizzare la permanenza in Italia di un cittadino extracomunitario è stato smascherato a Biella dalla guardia di finanza. La "promessa" sposa, seguita dai servizi sociali e in condizioni di indigenza economica, era stata circuita da una conoscente e non aveva mai visto né incontrato il futuro marito, un uomo senza permesso di soggiorno, entrato nel territorio europeo con un visto turistico rilasciato dalla Francia e scaduto da diverse settimane. L'organizzatrice, che è stata denunciata per circonvenzione di persone incapaci e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, avrebbe offerto alla donna - quale ricompensa - un importo di 2.300 euro nonché un alloggio sicuro in città.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24