Regione Piemonte, Cirio nomina gli assessori: ecco la nuova giunta

Piemonte
alberto_cirio_firma_deleghe_giunta_regione_piemonte_fotogramma

In tutto saranno 11 gli assessori: sette della Lega che avrà anche la vicepresidenza, due di Forza Italia e due di Fratelli d'Italia. Le deleghe a Europa, Affari istituzionali, Grandi eventi e Autonomia restano nelle mani del presidente

Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha firmato i decreti per assegnare le deleghe ai dieci nuovi assessori regionali. A questi se ne aggiungerà una undicesima, che per la nomina deve attendere la proclamazione, dopo la surroga con un altro consigliere. Sette assessorati vanno alla Lega, che ha anche la vicepresidenza della Regione con Fabio Carosso. Due vanno a Forza Italia e due a Fratelli d'Italia. Il governatore ha tenuto nelle proprie mani le deleghe a Europa, Affari istituzionali, Grandi eventi, Autonomia. (ELEZIONI 2019)

La nuova giunta

La squadra è composta, a partire dalla Lega, dall'alessandrina Vittoria Poggio che ha le deleghe a Commercio, Turismo e Cultura; dal novarese Marco Marnati con Ricerca, Innovazione, Energia e Ambiente; dall'alessandrino Marco Protopapa con Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca. Alla Sanità arriva il cuneese Luigi Genesio Icardi. A Fabrizio Ricca, capogruppo in Comune a Torino, vanno le deleghe a Internazionalizzazioni, Partecipate, Giovani, Immigrazione, Sport, Opere post olimpiche, Sicurezza e Polizia locale. All'astigiano Fabio Carosso, quelle a Paesaggistica, Urbanistica, Montagna, Parchi e Enti locali. La biellese Chiara Caucino, che sarà nominata il primo luglio, avrà le deleghe a Famiglia, Bambini, Casa, Politiche sociali e Pari opportunità. Per Fratelli d'Italia, Elena Chiorino avrà l'assessorato a Scuola, Formazione professionale, Lavoro e Università; Roberto Rosso le deleghe per occuparsi di Semplificazione, Delegificazione, Affari legali, Rapporti con il Consiglio regionale, Emigrazione e Diritti civili. Gli assessori azzurri sono Marco Gabusi con Trasporti e Infrastrutture, Protezione civile e Organizzazione, e Andrea Tronzano con Attività produttive, Piccole e medie imprese, Bilancio e Patrimonio.

Le parole di Cirio

"Abbiamo voluto privilegiare il cambiamento, la disponibilità e l'energia, inserendo persone nuove, ma con comprovata competenza maturata attraverso studi specifici o con esperienze amministrative e imprenditoriali", ha commentato Cirio. "Molti – sottolinea il governatore – sono sindaci di piccoli comuni, un riconoscimento a chi oggi rappresenta il primo avamposto verso le esigenze dei cittadini. A tre donne di grande valore sono state affidate alcune delle deleghe più importanti e su cui si gioca il bene futuro della nostra regione. È una Giunta – aggiunge Cirio – che rappresenta in modo capillare le nostre province, accanto al capoluogo, Torino, presente con assessori che si occuperanno in particolare di impresa e attività produttive, perché proprio qui si è fatta più critica e forte l'emergenza lavoro".

Torino: I più letti