Torino, cadaveri ripescati nel Po: rilievi su smartwatch della vittima

Piemonte

L’orologio avrebbe registrato, fino alla notte tra giovedì 30 e venerdì 31 maggio, le ore di sonno di uno dei due amici trovati morti, e potrebbe fornire altri dati utili alle indagini

Uno smartwatch potrebbe fornire dettagli utili alla ricostruzione delle ultime ore di Ramsey Alrae Keiron, il 28enne trovato morto martedì 4 maggio nel fiume Po insieme all'amico John Blair Rashad Randy, entrambi originari delle Bahamas. L’oggetto infatti avrebbe registrato le ore di sonno del ragazzo fino alla notte tra giovedì 30 e venerdì 31 maggio. Il dettaglio è al vaglio degli inquirenti che stanno cercando di ricostruire i movimenti dei due stranieri nel capoluogo piemontese. Lo smartwatch, che potrebbe aver registrato altri dati, verrà analizzato dagli investigatori.

Il soggiorno a Torino dei due amici

Il cadavere di John è stato trovato mercoledì 5 giugno, ma, stando all'analisi medico legale, entrambi i corpi erano in acqua da almeno 72 ore.  I due uomini, amici d'infanzia, si erano dati appuntamento a Torino ed erano arrivati in città il 28 maggio. Uno viveva in Canada mentre l’altro era studente a Vienna. Hanno pernottato in un bed and breakfast di via La Loggia, al civico 2, dove un vicino ha riferito di averli visti intorno alle 20 di venerdì 31 maggio.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24