Torino, asilo occupato: arrestato anarchico per l'incendio divampato nel carcere Lorusso

Piemonte
Gli scontri a Torino (ANSA)

In manette è finito un italiano di 51 anni per gli scontri dello scorso febbraio, seguiti allo sgombero dell'asilo di via Alessandria

La Digos di Torino ha arrestato un italiano di 51 anni, Marco Bolognino per i fatti dello scorso febbraio quando, durante una manifestazione di protesta contro lo sgombero dell'asilo occupato di via Alessandria, era divampato un incendio che aveva provocato il crollo di un laboratorio di pasticceria destinato ai reclusi della casa circondariale Lorusso e Cutugno. L'uomo dovrà rispondere di incendio aggravato e accensioni ed esplosioni pericolose.

Le indagini

Il Questore di Torino inoltre ha emanato 85 fogli di via e 20 avvisi orali ad altrettanti antagonisti di tutta Italia che, nei giorni successivi allo sgombero dell'ex Asilo occupato, "si sono evidenziati in episodi criminosi per i quali sono stati anche denunciati all'autorità giudiziaria". Lo rende noto il dirigente della Digos di Torino, Carlo Ambra. Imponente il bilancio delle attività effettuate dagli inquirenti nell'ambito delle indagini: dal 9 febbraio al 30 marzo sono state infatti identificate dalla Digos 900 persone, italiane ed estere.

L'incendio

I fatti contestati risalgono al 10 febbraio scorso, quando gli antagonisti organizzarono un corteo che si era concluso dietro il carcere delle Vallette. In quell'occasione vennero esplose bombe carta e fuochi d'artificio. Un razzo di segnalazione nautica finì sul tetto di un capannone del carcere, dove c'era un laboratorio di cucina, provocando un incendio e l'esplosione di alcune bombole di gas. Il laboratorio andò completamente distrutto.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24