Fossano, rimossa la bomba d'aereo: riaperte le zone interdette

Piemonte
Foto di archivio (ANSA)

L'ordigno bellico della Seconda guerra mondiale è rimasto inesploso per 75 anni. Oltre duecento le persone, residenti nella zona rossa, che per alcune ore hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni 

Si sono concluse con successo le operazioni per rimuovere l'ordigno bellico, una bomba d'aereo americana della Seconda guerra mondiale, trovata all'interno della Caserma Dalla Chiesa di Fossano, in provincia di Cuneo.

Le operazioni per rimuovere la bomba

La bomba risale al 1944, quando la caserma era un polverificio. Oggi invece ospita il 32esimo Genio Guastatori, che con i suoi artificieri ha effettuato l'intervento per la messa in sicurezza e poi la rimozione dell'ordigno, rimasto inesploso per 75 anni sotto due metri di terra e rinvenuto durante alcuni scavi

Evacuati i residenti

La zona rossa e quella gialla, chiuse intorno alle 7.30 della mattina di domenica 19 maggio, sono state riaperte e i residenti hanno potuto fare ritorno nelle loro abitazioni. Oltre duecento le persone, residenti nella zona rossa, che per un paio d'ore hanno dovuto lasciare le rispettive abitazioni, le persiane abbassate e il gas chiuso a scopo precauzionale. Interdetto al transito il centro, anche la circolazione ferroviaria è stata sospesa.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24