Carne mal conservata, chiusa macelleria del Mercato Centrale di Torino

Piemonte
Foto di archivio (Getty Images)

Gli ispettori dell’Asl hanno sequestrato 50 chili di carne e hanno rilevato diverse irregolarità igienico-sanitarie. Il titolare è stato denunciato 

Carne mal conservata e irregolarità igienico-sanitarie. È quello che hanno rilevato gli ispettori dell’Asl nella macelleria del Mercato Centrale di Torino, che per questo è stata chiusa. La macelleria sorge nel nuovo polo gastronomico aperto a Porta Palazzo, che è stato inaugurato lo scorso 13 aprile. A seguito del controllo, gli ispettori hanno sequestrato 50 chili di carne e hanno denunciato il titolare. 

La nota del direttore del Dipartimento di prevenzione dell'Asl

Il sequestro dello stand del Mercato Centrale di Torino, avvenuto questa mattina, è un'operazione "di tutela anticipata, cioè prima che possa avvenire un danno all'alimento". Lo ha spiegato, in una nota, Roberto Testi, direttore del Dipartimento di prevenzione dell'Asl di Torino. "Questa azione - ha aggiunto - rientra tra le attività di prevenzione del Dipartimento e che sono svolte in accordo con il Comune di Torino. Infatti, in questo caso, si è intervenuti sulla struttura in cui sono preparati gli alimenti". “È bene precisare - si legge nella nota stampa - che l'alimento in sé non era in stato di alterazione, ma gli inconvenienti strutturali ponevano in discussione l'igienicità del processo".

La nota del Mercato Centrale

In una nota Mercato Centrale precisa: "Nell’ambito della collaborazione e delle attività di verifica effettuate con gli enti prima dell’apertura, Mercato Centrale ha messo in atto tempestivamente tutte le prescrizioni ricevute dalla ASL di Torino relative all’attività di macelleria, comunicandole nei tempi richiesti. Mercato Centrale, durante il sopralluogo della ASL di questa mattina, ha preso atto delle ulteriori prescrizioni, su cui si è attivata tempestivamente e che verranno portate a compimento nella serata di oggi, a conferma della sua attenzione verso il perseguimento e il mantenimento di alti standard di qualità. Mercato Centrale precisa che le prescrizioni sono afferenti la sola attività della bottega 'La Carne della Toscana' e non coinvolgono in alcun modo i prodotti forniti dall’artigiano Marco Martini".

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24