Torino, chiedono denaro per restituire il cellulare rubato: arrestati

Piemonte
Foto di archivio

"Se denunci ammazziamo il tuo fidanzato" avrebbero detto i due rapinatori, di 19 e 20 anni, alla donna vittima della rapina

"Se denunci ammazziamo il tuo fidanzato" avrebbero detto alla donna alla quale hanno rubato il cellulare e chiesto dei soldi per restituirglielo. Per questo un romeno di 20 anni e un italiano di 19 anni, entrambi senza fissa dimora, sono stati arrestati dai carabinieri a Torino con l'accusa di rapina e tentata estorsione.

La rapina e il riscatto

I due uomini, intorno alle 6 del mattino, hanno avvicinato la vittima e il suo ragazzo in Via Mazzini a Torino, con la scusa di chiedere un'informazione, hanno strappato il cellulare dalle mani della donna e sono fuggiti. Il ragazzo ha provato a chiamare il numero della fidanzata e i rapinatori hanno risposto chiedendo 300 euro per riconsegnare il telefono. Mentre la coppia si trovava in caserma a denunciare l'accaduto, è squillato il cellulare dell'uomo, dall'altro capo del telefono c'era uno degli autori della rapina che gli ha detto che 100 euro sarebbero stati sufficienti per riavere il telefono.

L'arresto

I carabinieri, che si sono finti venditori ambulanti, hanno accompagnato la coppia all'appuntamento, nel cuore di Porta Palazzo. Non appena è avvenuta la consegna del denaro, per i rapinatori sono scattate le manette. Gli investigatori sospettano che i due uomini siano responsabili di altre rapine con riscatto.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24