Montaldo di Mondovì, operaio muore avvelenato da monossido di carbonio

Piemonte

L'uomo, 49 anni, sarebbe deceduto per le esalazioni di un braciere che aveva acceso per scaldarsi, in un casolare di cui stava curando la ristrutturazione

Un muratore di nazionalità turca, M. C., 49 anni, residente a Dolcedo, in provincia di Imperia, ha perso la vita a Montaldo di Mondovì, in provincia di Cuneo, mentre era impegnato nei lavori di ristrutturazione di un casolare. Secondo quanto accertato, l'uomo è rimasto avvelenato dal monossido di carbonio, per le esalazioni di un braciere che aveva acceso per riscaldarsi. Il decesso risale a uno o due giorni fa. Il corpo è stato trovato nella serata di ieri, venerdì 26 aprile, dai carabinieri e dagli operatori del 118, intervenuti dopo la segnalazione dei familiari, preoccupati per il mancato rientro del 49enne.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24