Biella, runner scomparso: ritrovato senza vita sul Monte Bo

Piemonte
Un'immagine delle operazioni di ricerca (ANSA)

Il cadavere di Maurizio Fenaroli, 43 anni, è stato trovato a una quota di 2.200 metri. È probabile che l'uomo sia caduto durante una sessione di allenamento

Maurizio Fenaroli, il runner di cui non si avevano più notizie dallo scorso sabato 23 marzo, è stato trovato morto sul Monte Bo, spartiacque tra la Valle Sessera e la Valle Cervo in provincia di Biella.

Il ritrovamento

Il corpo del 43enne, è stato trovato tra la cima del Bo e il Monte Manzo, a quota 2.200 metri, è probabile che l'uomo sia caduto durante un'uscita. L'atleta era partito per una sessione di allenamento e non aveva fatto più ritorno a casa. L'uomo viveva da solo, per questo motivo le ricerche sono iniziate soltanto venerdì 29 marzo, dopo la denuncia dei famigliari.

Le ricerche

Nelle attività di ricerca, riprese nella mattina di sabato 30 marzo, sono stati impegnati oltre 20 tecnici del soccorso alpino e speleologico piemontese, un'unità cinofila da ricerca in superficie e un'unità cinofila molecolare proveniente dal servizio valdostano. Nonostante non si conoscesse l'itinerario dell'uomo scomparso, che essendo un runner avrebbe potuto coprire notevoli distanze, il ritrovamento è stato rapido grazie alla collaborazione tra gli enti intervenuti: il soccorso alpino, i vigili del fuoco con l'elicottero Drago di Torino che ha effettuato il recupero, il soccorso alpino della guardia di finanza, la Croce Rossa e la Protezione Civile.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24