Alessandria, detenuto appicca un incendio in cella: due intossicati

Piemonte
Immagine d'archivio (ANSA)

A causa delle fiamme è stato necessario far uscire per precauzione tutti i detenuti del reparto. Due agenti sono stati trasportati in ospedale 

Un detenuto nella casa di reclusione di San Michele, in Alessandria, ha appiccato un incendio nella propria cella, situata nella Sezione I B, dando fuoco al materasso. A rendere noto il fatto, accaduto ieri sera, lunedì 11 marzo, intorno a mezzanotte, è il Sappe (Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria). A causa delle fiamme è stato necessario far uscire per precauzione tutti i detenuti del reparto. Due agenti sono rimasti intossicati e sono stati trasportati in ospedale.

Aggredito un agente

Nella casa circondariale di piazza Don Soria in Alessandria, invece, nella tarda mattinata di oggi un 21enne di origini libanesi, detenuto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni, ha aggredito un poliziotto. "Ancora una volta - sottolinea Donato Capece, segretario generale del Sappe - si è vissuta l'ennesima situazione allarmante per il personale, che paga pesantemente in termini di stress e operatività questi gravi e continui episodi critici".  

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24