Novi Ligure, proseguiva attività criminali del marito boss: arrestata

Piemonte
Immagine d'archivio (ANSA)

Tra i reati contestati alla donna, spaccio, estorsione e intestazione fittizia di attività economiche, specialmente nel settore della ristorazione, a copertura del patrimonio accumulato in maniera criminosa

Carmen Domenica Scaffini, 41 anni, è stata arrestata con l’accusa di spaccio, estorsione e intestazione fittizia di attività economiche, specialmente nel settore della ristorazione, a copertura del patrimonio accumulato in maniera criminosa. La donna è la moglie del boss Domenico Dattola, arrestato lo scorso dicembre dai carabinieri di Novi Ligure in provincia di Alessandria.

Le attività criminali

A seguito dell’arresto dell'uomo, Scaffini aveva preso in carico le attività criminose del marito, con l’aiuto di Salvatore Romano, 43 anni, uomo di fiducia della coppia, a sua volta arrestato. Per un 21enne di Ovada è stato invece disposto l'obbligo di presentarsi ai carabinieri. La donna si occupava anche della 'riscossione' dei crediti dovuti tra l’altro alla vendita di stupefacente, maturati dal marito. In alcuni casi, pianificava spedizioni punitive nei confronti dei debitori ricorrendo all’aiuto di Romano.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24