Omicidio di Barge, Anna Piccato uccisa per tre euro: 40enne confessa

Piemonte
Una foto di Anna Piccato, la pensionata uccisa a Barge il 23 gennaio (ANSA)

Il muratore ha ammesso di aver colpito più volte la vittima con una chiave inglese per rapinarla. Il bottino, di 3 euro e 20 centesimi, è stato speso per una birra

Ha confessato Daniele Ermanno Bianco, il muratore 40enne arrestato per l'omicidio di Anna Piccato, la pensionata di 70 anni uccisa lo scorso 23 gennaio a Barge, nel Cuneese. La donna era stata trovata nei giardinetti accanto alla chiesa della paese, con il volto irriconoscibile per le ferite inferte. In carcere da alcuni giorni, l'uomo ha ammesso di averla colpita più volte con una chiave inglese, che non è stata trovata, per rapinarla. Il bottino, di 3 euro e 20 centesimi, l'ha poi speso per comparsi una birra. A incastrare l'omicida sono state le tracce di DNA della vittima trovate sui suoi abiti.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24