Condannati due agenti svizzeri per aver picchiato italiano ammanettato

Piemonte

La vittima è un uomo residente nella provincia di Verbania Cusio Ossola, bloccato dagli agenti mentre si trovava all’ingresso del pronto soccorso dell’ospedale di Locarno 

La Corte d’Assise di Locarno ha condannato due poliziotti svizzeri accusati di aver picchiato un uomo, residente nella provincia di Verbania Cusio Ossola, mentre era ammanettato. I fatti contestati risalgono alla notte del 15 dicembre 2013 quando i due agenti della polizia fermarono un italiano a Locarno. L’uomo venne ammanettato mentre si trovava all’ingresso del pronto soccorso dell’ospedale cittadino e, in seguito, picchiato, buttato a terra e colpito con calci e pugni. L’italiano denunciò la violenza subita. I due agenti sono stati condannati l’uno a nove mesi con la sospensione della pena e a 5mila franchi di multa, mentre l’altro a una pena pecuniaria di 18mila franchi oltre a 3mila di multa. Entrambi inoltre dovranno risarcire la parte offesa.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.