Find N, abbiamo provato in anteprima il nuovo smartphone pieghevole di OPPO

NOW

Daniele Semeraro

Lo smartphone, ancora non in commercio in Italia, è leggero e compatto, appare molto solido e ha tante funzioni che lo rendono interessante per il lavoro, l’intrattenimento, il gaming

Compatto, resistente, pieno di tecnologia. Sono le caratteristiche principali di OPPO Find N, il nuovo smartphone pieghevole di OPPO presentato durante l’INNO DAY 2021 e commercializzato al momento solo in Cina. Frutto di quattro anni di lavoro di ricerca e sei generazioni di prototipi, Find N si presenta come uno smartphone innovativo e molto utile per l’intrattenimento, il lavoro, il gaming. Una serie, la Find, per OPPO da sempre "sinonimo di design all’avanguardia e di innovazione, adatta a tutti quelli che vogliono esplorare il futuro e vogliono di distinguersi”, ci ha spiegato Isabella Lazzini, chief marketing officer di OPPO Italia. La società cinese sta attualmente valutando lo sbarco di questo smartphone sul mercato europeo (e quindi in Italia): noi abbiamo avuto la possibilità di scoprirlo in anteprima.

Com’è fatto

Find N si presenta come uno smartphone sostanzialmente “quadrato” con due display, uno interno e uno esterno, dove è possibile utilizzare tutte le funzioni del telefono; è anche possibile iniziare a utilizzare un’app sul display interno e poi continuare su quello esterno e viceversa. Il display esterno, utilizzabile tranquillamente con una sola mano, misura 5,49 pollici; quello interno, esteso, misura invece 7,1 pollici e ha la caratteristica di aprirsi in modalità landscape. Nella nostra prova abbiamo trovato molto solida la cerniera di apertura: grazie alla tecnologia Flexion Hinge composta da ben 136 componenti e al design a goccia, ci spiegano da OPPO, l’angolo della piega è minimo e i due schermi, quando sono chiusi e quindi piegati, combaciano perfettamente in modo da essere totalmente protetti dai graffi. La struttura a molla, inoltre, permette allo schermo di restare fermo e aperto in qualsiasi angolazione, dando così la possibilità agli utenti (grazie anche a una versione personalizzata di Color OS), ad esempio, di tenerlo in piedi su un tavolo per guardare un video o di tenerlo aperto a 90 gradi per scrivere (utilizzando lo schermo superiore per il documento e quello inferiore per la tastiera). Il display è composto da ben 12 strati di vetro di cui l’ultimo supersottile di soli 0,03 millimetri che si piega facilmente restando però resistente. Assicurano da OPPO che il display può essere piegato oltre 200mila volte (come se lo aprissimo e richiudessimo 50 volte al giorno per oltre dieci anni). Lo schermo interno infine, come su tutti gli ultimi smartphone di alta gamma, adatta la frequenza di aggiornamento fino a 120Hz in base al contenuto che stiamo visualizzando.

Al tatto OPPO Find N appare compatto e resistente
Al tatto OPPO Find N appare compatto e resistente

Tante novità a livello software

NOW

Tutti gli approfondimenti della rubrica di innovazione e tecnologia

Il sistema operativo Color OS integra diverse novità personalizzate per un’esperienza foldable e sul grande display c’è la possibilità di utilizzare fino a quattro applicazioni alla volta: scorrendo due dita dall’alto verso il centro del dispositivo, infatti, lo schermo si divide esattamente a metà e permette di tenere affiancate due app; altre due app possono essere aperte, contemporaneamente, in modalità finestra e spostate in qualsiasi punto dello schermo. Durante la nostra prova abbiamo trovato il telefono veloce e performante, anche i giochi sono fluidi e girano molto bene. “Sotto il cofano” troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 888 5G, 12 gigabyte di Ram e 256 o 512 gigabyte di spazio di archiviazione non espandibili. Presente la doppia sim, presente il lettore di impronte digitali; non abbiamo, invece, potuto provare le prestazioni della batteria, che ha 4.500 mAh e la ricarica super-veloce SUPERVOOC Flash Charge da 33W.

Il reparto fotografico e il prezzo (in Cina)

OPPO Find N è dotato di ben cinque fotocamere che utilizzano lo stesso software con intelligenza artificiale dei top di gamma OPPO tradizionali: una tripla posteriore (con sensore principale Sony IMX 766 da 50 megapixel, ultra-grandangolare da 16 megapixel e teleobiettivo da 13 megapixel) e due anteriori, posizionate una sullo schermo esterno e una sullo schermo interno, entrambe da 32 megapixel. Grazie al doppio schermo è possibile utilizzare tutta la qualità del sensore principale per scattare selfie e grazie al fatto che lo smartphone rimane aperto anche a 90 gradi è possibile scattare foto notturne o registrare time-lapse ultra-nitidi con il telefono appoggiato su un tavolo o un muro.

 

“Find N - spiega ancora Isabella Lazzini - rappresenta per OPPO un momento di rivoluzione nella categoria dei foldable grazie al form factor distintivo che va incontro alle esigenze di intrattenimento e mobilità ma allo stesso tempo di compattezza, rappresentando un dispositivo in grado di emozionare i consumatori”. OPPO Find N, dicevamo, per il momento è venduto solamente in Cina: tre i colori (Black, White, Purple), il prezzo si aggira intorno all’equivalente di 1.100-1.300 euro in base alla configurazione.

Tecnologia: I più letti