E-Gap: ecco come non restare a piedi con l'auto elettrica

NOW

Matteo Castellucci

Da E-Gap, azienda italiana di delivery dell'energia, l'idea dei furgoncini che arrivano in soccorso con una ricarica on-demand ai veicoli elettrici, su prenotazione o per non restare a piedi in caso di emergenza

Uno dei principali ostacoli alla diffusione dei veicoli elettrici in Italia è un’infrastruttura di ricarica ancora carente. E-Gap è un'azienda che offre un servizio on demand per impedirti di restare a piedi. Come una specie di power-bank esterno, ma mobile, visto che invece di salvare un telefono entrato “in riserva”, va alimentato un veicolo.

Come funziona

La flotta di furgoncini – elettrici a loro volta – arriva on demand e si chiama con una app, disponibile sia per iOS sia per Android. Per ora è attiva a Milano e Roma, ma è imminente il debutto a Parigi. La potenza di ricarica è paragonabile a quella di una colonnina di tipo “fast”, cioè 60 kW. I rinforzi arrivano in meno di mezz’ora con la tariffa più veloce, a partire da 15 euro; il prezzo varia in base alla durata della ricarica, ma ci sono anche altre opzioni e si può risparmiare prenotando.

Impegno sociale

“Sentiamo che il cambiamento è necessario, che servono nuove regole perché aspiriamo a qualcosa di migliore, di pulito, di nuovo”, è la filosofia dell'azienda. L’energia erogata dai van proviene da fonti rinnovabili, anche il materiale promozionale viene realizzato con carta riciclata o materiali ecologici.

Al tempo delle consegne di massa, con E-Gap c’è anche il “delivery” dell’energia. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24