Tado°, il riscaldamento smart che si ripara da solo

Now

Daniele Semeraro

Ci aveva convinto per la semplicità di installazione (anche per i meno esperti) e per le sue funzioni innovative. Adesso il sistema raddoppia offrendo anche la possibilità di monitorare 24 ore su 24 la caldaia (in caso di riscaldamento autonomo), prevenendo blocchi e malfunzionamenti. Noi abbiamo testato anche il sensore di temperatura wireless aggiuntivo

Avevamo provato il sistema tado° per la gestione intelligente del riscaldamento lo scorso inverno ed eravamo rimasti molto soddisfatti dall’immediatezza d’uso e dall’installazione semplicissima anche per chi è “alle prime armi” con il fai-da-te. Adesso tado° fa un salto in avanti - come annunciato all’Ifa di Berlino gli scorsi mesi - con una serie di nuovi accessori ma soprattutto con una funzione innovativa chiamata Care&Protect, che identifica eventuali problemi della caldaia e offre assistenza immediata.

Che cos’è e come funziona Care&Protect

Il sistema Care&Protect aiuta a identificare h24 i problemi più comuni delle nostre caldaie (per chi ha il riscaldamento autonomo), indicando anche le operazioni da svolgere per risolverli: se si tratta di semplici passi (magari un restart del sistema) suggerisce agli utenti passo passo come agire personalmente, altrimenti suggerisce un professionista a cui rivolgersi. Non è tutto perché il sistema permette anche di prevenire i problemi alla caldaia grazie all’intelligenza artificiale, “accorgendosi” di eventuali cali di pressione dell’acqua o altri malfunzionamenti, evitando in molti casi di farci rimanere al freddo. Una funzione attivabile sulle caldaie moderne ma anche su quelle più datate, che non hanno una connessione digitale: gli algoritmi smart di tado°, ci spiegano, sono infatti in grado di riconoscere eventuali problemi analizzando anche solo la temperatura della stanza. La funzione Care&Protect non è attivata “di default” ma fa parte del pacchetto a pagamento aggiuntivo Auto-Assist, che include anche il rilevamento delle finestre aperte e la funzione di geolocalizzazione, che se attivata spegne in automatico il riscaldamento quando andiamo via di casa e lo riaccende in maniera graduale quando stiamo rientrando. Il pacchetto aggiuntivo costa 2,99 euro al mese oppure 24,99 euro l’anno.  

Il sensore di temperatura aggiuntivo

Tra le altre novità presentate quest’anno da tado° vi è anche il Sensore di Temperatura WIreless che abbiamo avuto modo di provare personalmente: si tratta di un apparecchietto quadrato, bianco, leggerissimo e pratico da usare: una volta collegato all’app permette di fornire una lettura della temperatura più precisa, soprattutto se si hanno camere grandi o con più termosifoni. È infatti dotato di sensore di temperatura e umidità e supporta il controllo centralizzato anche di più teste termostatiche (può essere molto utile, ad esempio, a chi ha un salone grande con due o tre termosifoni). Il sensore ha un’interfaccia touch a led che permette di vedere al volo la temperatura impostata e tramite due frecce di cambiarla in tutta la stanza senza dover aprire l’app. Il sensore si può installare a parete oppure anche tenere su un tavolo o su un mobile e prende in carico la rilevazione della temperatura della stanza, non più “affidata” solo alle teste termostatiche: questo significa che è possibile tenerlo anche nella parte più fredda della stanza, in modo tale da rilevare la temperatura in quel punto. Noi l’abbiamo trovato molto pratico da tenere sulla scrivania, accanto alla nostra postazione di lavoro che si trova lontano dal termosifone. Il nuovo Sensore di Temperatura di tado° ha un prezzo di listino di 79.99 euro.

Il sistema tado°

Avevamo provato il sistema tado°, installando le valvole in casa, lo scorso inverno: il sistema si compone di un “bridge”, cioè una piccola e discreta centralina da collegare al modem, e di teste termostatiche intelligenti da installare su ogni termosifone che vogliamo rendere smart. In aggiunta, per chi ha un riscaldamento autonomo e la propria caldaia. è disponibile anche un termostato intelligente (wireless o cablato). L’installazione, dicevamo, è molto semplice: basta seguire le istruzioni su un telefono o su un tablet per smontare e rimontare le teste termostatiche e il sistema si setta da solo. Tutto, poi, si gestisce tramite una comoda app (compatibile anche con HomeKit di Apple e gli assistenti vocali Google Home e Alexa) che permette di regolare la temperatura, effettuare la programmazione settimanale, regolare il riscaldamento a distanza e conoscere tutta una serie di informazioni sulla qualità dell'aria interna e esterna.

Pro e Contro

PRO

  • Semplice, affidabile, intuitivo da utilizzare
  • Il sistema Care&Protect aiuta a prevenire i blocchi della caldaia

CONTRO

  • Il pacchetto Auto-Assist si paga a parte

 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.