Nextdoor spegne la sua seconda candelina e annuncia: copriamo tutte le principali città

Now

Daniele Semeraro

A due anni dalla sua apertura il “social di quartiere” ha rinnovato immagine e logo e ha supportato il Comune di Milano nella riqualificazione di un’area degradata

Ne avevamo parlato lo scorso anno in occasione del suo primo compleanno. Nextdoor, il “social di quartiere” ha compiuto due anni in un periodo particolarmente difficile. E proprio in questo periodo il social - che ha raggiunto una penetrazione del 100% nelle città di Milano, Firenze, Bologna, Torino e Roma - ha rappresentato uno strumento per aiutarsi reciprocamente e facilitare la creazione di relazioni di vicinato più stabili e sicure.

Il secondo compleanno

La festa per la seconda candelina è stata anche l’occasione per Nextdoor di presentare il nuovo logo, “una lettera N - spiegano - raffigurata con un aspetto amichevole e accogliente”, che racchiude un gesto di apertura verso l’altro, il saluto La percentuale di quartieri coperti nell’ultimo anno è cresciuta rapidamente, coprendo la totalità del territorio di numerose città importanti. I quartieri dove Nextdoor è più attivo sono Marconi a Bologna, con oltre 1.100 membri, Gambara Milano (850 membri), Don Bosco a Roma (700 membri), Rifredi a Firenze (550 membri) e Venchiglia a Torino (500 membri). A partire dall’inizio dell’emergenza sanitaria sempre più persone hanno raggiunto la piattaforma per offrire aiuto a chi ne avesse bisogno, e per favorire la circolazione di queste buone pratiche sono state introdotte nuove funzionalità come la Mappa della Solidarietà. 

L’attività di riqualificazione per Milano

In occasione del secondo compleanno, lo dicevamo, Netxdoor si è attivata a supporto “di un progetto sociale e territoriale che potesse restituire qualcosa di concreto alla comunità: la riqualificazione di un’area spesso deturpata in un quartiere residenziale di Milano”. Si tratta del Municipio 8 di Milano: all’interno della piscina Pubblica Procida è stato chiesto al giovane street artist Vim di realizzare un murale di 180mq, in collaborazione con Retake Milano, Milano Sport e Comune di Milano. “Dare nuovo lustro al territorio - ha spiegato Amedeo Galano, head di Nextdoor Italia - vuol dire offrire alle persone l’opportunità di vedere il proprio quartiere con occhi diversi, sentirsene parte integrante e viverlo come un’estensione della propria casa”.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24