OnePlus 8 Pro, (finora) uno degli smartphone più interessanti e completi del 2020

Now

Daniele Semeraro

La cinese OnePlus fa sul serio e ha presentato uno smartphone molto veloce e performante con un display praticamente perfetto e un prezzo che però si alza rispetto ai modelli precedenti. Lo abbiamo messo alla prova per oltre un mese

OnePlus 8 Pro è senza dubbio uno degli smartphone più interessanti dell’anno, presentato in piena emergenza virus ci ha accompagnato per oltre un mese durante il lockdown. Uno smartphone che ci è sembrato veloce e affidabile, con un processore molto performante che punta tantissimo sulla qualità dello schermo

Uno schermo praticamente perfetto

La fluidità e le performance dello schermo di OnePlus 8 sono certamente notevoli e con caratteristiche spesso uniche. Il display è di tipo edge-to-edge (cioè copre perfettamente tutta l’ampiezza del vetro anteriore) da 6,78 pollici, con una frequenza di aggiornamento a 120 Hz. Questo, insieme a oltre 150 ottimizzazioni visive del software Oxygen OS (il sistema operativo basato su Android 10) rende le transizioni più precise e reattive. Oltre alla fluidità dello schermo OnePlus ha lavorato molto anche sul benessere visivo: la risoluzione (3.168 x 1.440) rende molto ben leggibile il testo, la funzione HDR Boost migliora le immagini frame dopo frame rendendo i neri più profondi e i bianchi più vividi, un filtro avanzato riesce ad eliminare fino al 40 per cento della luce blu (quella che più dà fastidio ai nostri occhi) rispetto ai competitor mentre la tecnologia a 10 bit del display è in grado di creare un miliardo di sfumature di colore uniche. Non è tutto: l’algoritmo MEMC trasforma i video girati in maniera “standard” a 24 fps in video “super fluidi” a 120 fps, ideale per chi guarda molto sport o film di azione. 

Comparto fotografico

Dopo aver speso molte parole per il display passiamo alla fotografia. OnePlus 8 Pro è equipaggiato con quattro fotocamere sul retro, allineate in un comparto verticale arrotondato. C’è una fotocamera principale da 48MP, una lente grandangolare sempre da 48MP con un campo di visione a 120 gradi, un teleobiettivo 3x (in grado di arrivare a uno zoom digitale 30x) e una camera color filter che permette di creare immagini creative (senza l’ausilio di app o filtri particolari) direttamente con l’hardware del telefono. Una funzionalità di cui si è parlato molto perché è in grado di “guardare” attraverso alcuni materiali (e anche alcuni tipi di vestiti); su questo sembra che OnePlus in un futuro aggiornamento software inserirà alcune limitazioni.

Nella nostra prova siamo rimasti molto soddisfatti della qualità e dei colori delle foto, sia quelle scattate con la luce del giorno che di sera; siamo rimasti un po’ meno soddisfatti della qualità dello zoom che a nostro avviso è da migliorare. Infine la fotocamera anteriore: è “visibile” (nei modelli precedenti, invece, era “a comparsa”) e scatta selfie molto soddisfacenti. Buona anche la qualità dei video: OnePlus 8 Pro è in grado di girare video fino alla qualità 4K tutti ultra-stabilizzati. Completano il quadro tre microfoni che riducono i rumori di fondo e normalizzano i livelli audio.

Altre caratteristiche interessanti

Sotto la scocca OnePlus 8 Pro monta un processore Qualcomm Snapdragon 865 di ultima generazione che permette anche la connettività 5G e la compatibilità alle reti veloci Wi-Fi 6. Si tratta di un processore che rende l’apertura delle applicazioni sempre molto veloce e il sistema in generale sempre reattivo. Buona la resa audio con la tecnologia Dolby Atmos: lo smartphone “si fa sentire bene” anche in mezzo alla strada o in situazioni in cui c’è molto rumore. Tra le altre caratteristiche anche la presenza della ricarica super-veloce Warp Charge in grado - con il cavo e l’alimentatore inclusi nella confezione - di ricaricare la batteria da 4.510 mAh dallo 0 al 50 per cento in circa 23 minuti. La batteria si comporta bene, è capiente e in linea con i competitor; presente anche la funzione di ricarica inversa per sfruttare la carica della batteria per alimentare altri prodotti. OnePlus quest’anno ha introdotto anche un caricatore wireless (da acquistare a parte). Molto utile come sempre negli smartphone OnePlus il selettore laterale che permette di passare in un attimo dalla modalità suoneria alla sola vibrazione al silenzioso. Infine la dimensione: lo smartphone è certamente grande (e forse per qualcuno può risultare troppo grande) anche se non eccessivamente pesante (circa 200 grammi) ma d’altro canto la grandezza è adeguata a per poter sfruttare al massimo le peculiarità dello schermo. 

Disponibilità e prezzi

OnePlus 8 Pro è dunque a nostro avviso uno degli smartphone più interessanti tra quelli presentati nella prima parte del 2020, in grado di competere allo stesso livello di nomi molto più blasonati come Apple, Samsung e Huawei. Tra l’altro a proposito di Huawei sulla scatola di OnePlus 8 Pro si legge che lo smartphone è equipaggiato con il sistema Android e tutte le app di Google che si utilizzano di più (un chiaro riferimento al ban di Huawei che obbliga la casa cinese a non poter utilizzare i servizi Google). OnePlus “sfonda” il tetto dei mille euro: OnePlus 8 Pro è disponibile nel colore nero Onyx Black con 8 gigabyte di Ram e 128 gigabyte di archiviazione a un prezzo di 919 euro; nella versione verde Glacial Green (quella che abbiamo provato noi) e nella versione blu Ultramarine Blue con 12 gigabyte di Ram e 256 di archiviazione a un prezzo di 1.019 euro (si tratta, questo, del modello che consigliamo in termini di reattività e velocità e anche di capienza).

PRO

  • Caratteristiche del display
  • Processore, velocità, stabilità, performance

CONTRO

  • Foto con zoom non soddisfacenti
  • Memoria non espandibile

Tecnologia: I più letti