Tesla, Musk dona in beneficenza 5,7 miliardi di dollari in azioni

Tecnologia
©Getty

Nel 2012 l'imprenditore sudafricano ha sottoscritto The Giving Pledge, la campagna promossa da Bill Gates e Warren Buffett per la quale i firmatari si impegnavano a donare in beneficenza la metà dei loro patrimoni

ascolta articolo

Cinque milioni di azioni Tesla in beneficenza. A tanto ammonta la somma che Elon Musk, l’uomo più ricco del mondo con un patrimonio stimato in 243 miliardi di dollari, ha donato a un beneficiario non identificato. Considerando i prezzi medi dei giorni tra il 19 e il 29 novembre, periodo in cui l’imprenditore sudafricano ha eseguito l’operazione, le azioni donate ammontano a un valore di 5,7 miliardi di dollari. Un gesto filantropico con un risvolto fiscale non trascurabile: le azioni che vengono donate in beneficenza non sono soggette alla tassa sulle plusvalenze. Alla fine dello scorso anno il ceo di Space X e Tesla aveva comunicato, con un post su Twitter, che avrebbe pagato più di 11 miliardi di dollari di tasse per stock option in scadenza.

Musk e la beneficenza

approfondimento

Tesla chiude un 2021 da record, i ricavi superano le previsioni

Nel 2012, Elon Musk aveva sottoscritto The Giving Pledge, la campagna promossa da Bill Gates e Warren Buffett per la quale i firmatari si impegnavano a donare in beneficenza la metà dei loro patrimoni. Come rivelato da Forbes, fino al settembre del 2020 Musk aveva donato circa 100 milioni di dollari, a fronte di un patrimonio di 68 miliardi. Cifra che, nel frattempo, è più che triplicata. Nel gennaio dell’anno scorso il miliardario aveva promesso un premio di 100 milioni di dollari alla migliore tecnologia di recupero del carbonio, una delle soluzioni proposte per contrastare il cambiamento climatico. Sempre nel 2021 ha detto che avrebbe donato 20 milioni di dollari alle scuole di Cameron County, in Texas, dove si trova un sito di lancio di Space X e 10 milioni di dollari alla città di Brownsville. E ancora: rispondendo a un appello per una donazione lanciato dal direttore esecutivo del World Food Programme, David Beasley, Musk ha twittato: ”Se (come sostiene il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite) 6 miliardi di dollari risolveranno la fame nel mondo, venderò le azioni Tesla proprio ora”.

Tecnologia: I più letti