Instagram reintrodurrà l’ordine cronologico nel feed degli utenti

Tecnologia

È una delle modifiche più richieste negli ultimi anni e dovrebbe arrivare nei primi mesi del 2022. Ad annunciarlo il capo della piattaforma Adam Mosseri

I followers lo chiedono da tempo ed è un dibattito che va avanti da anni. Esattamente dal 2016 quando il feed cronologico è stato abbandonato. Ora si torna al passato e per i "nostalgici" il feed cronologico verrà reintrodotto. A dirlo proprio il capo di Instagram Adam Mosseri che peraltro aveva già confermato che l’azienda voleva reintrodurre l’ordine cronologico nel feed (cioè lo spazio in cui ogni utente vede i nuovi post degli account che segue), mercoledì  scorso durante un’udienza al Senato degli Stati Uniti.

Come vengono visualizzati i post

approfondimento

L'albero di Natale delle star: ecco i più belli visti su Instagram

Al momento, il modo in cui i nuovi post vengono visualizzati nel feed non rispetta l’ordine cronologico in cui vengono pubblicati, come succedeva fino a qualche anno fa, ma dipende dal modo in cui l’algoritmo di Instagram interpreta le preferenze e gli interessi di ciascun utente. "Vogliamo che le persone abbiano un controllo significativo sulla loro esperienza. Abbiamo sperimentato i Preferiti, un modo per farti decidere quali post vuoi vedere più in alto, e stiamo lavorando a un'altra opzione per vedere i post delle persone che segui in ordine cronologico" ha spiegato ancora Mosseri specificando però che il vecchio sistema algoritmico non verrà definitivamente abbandonato.

Due versioni per tornare all’ordine cronologico

Mosseri ha  poi aggiunto che il ritorno dell’ordine cronologico nel feed verrà sperimentato in due versioni ma che non verrà abbandonato il sistema attualmente in vigore.  Eppure c'è chi sostiene che un feed cronologico potrebbe aiutare a prevenire la disinformazione da distorsioni algoritmiche, mentre la maggior critica riguarda il rischio di diminuire il coinvolgimento. A questo punto la soluzione migliore potrebbe essere la possibilità per ogni utente di scegliere in autonomia.

Tecnologia: I più letti