"Magic Queen", ABB e MAEID dimostrano il potenziale della robotica nelle costruzioni

Tecnologia

Valentina Clemente

Zita Oberwalder

La robotica può migliorare produttività ed efficienza, rivoluzionando anche l’industria delle costruzioni? Sì, ma anche quella dell'architettura. Vi raccontiamo come attraverso "Magic Queen", la più grande struttura mai creata in materiale biodegradabile con l’utilizzo della stampa 3D e del robot industriale IRB 4600 di ABB. L'installazione, visibile alla Biennale Architettura 2021 a Venezia, è stata realizzata da MAEID, studio di architettura austriaco, e ABB

 

Costruire un futuro sicuro e sostenibile, per affrontare le sfide più importanti nel settore della costruzione e dell’edilizia. Con un chiaro obiettivo: rispondere a una domanda di maggiore efficienza, di competenze e mano d’opera sempre più difficile da trovare. Le imprese edili sono sotto pressione per costruire più rapidamente, spinte anche dall’urbanizzazione e dalla crisi climatica, ma i robot e gli strumenti digitali possono essere d’aiuto.

 

Il ruolo di ABB

NOW

Tutti gli approfondimenti della rubrica di innovazione e tecnologia

ABB Robotics promuove l’automazione nel settore delle costruzioni con nuove soluzioni di automazione robotica per affrontare le principali sfide tra cui la necessità di alloggi più economici ed ecologici e di riduzione dell'impatto ambientale delle costruzioni assieme alla carenza di manodopera specializzata.

Il potenziale dell'automazione robotizzata

L'automazione robotizzata offre un enorme potenziale per migliorare la produttività, l'efficienza e la flessibilità di produzione in tutto il settore edile, compresi l'inserimento dell’automazione nel settore dei prefabbricati, la costruzione di componenti edili al di fuori dal sito produttivo, la saldatura robotizzata e la movimentazione dei materiali fatta direttamente nei cantieri e la stampa 3D robotizzata per case e strutture personalizzate. Oltre a rendere il settore più sicuro e più efficiente in termini di costi, i robot stanno migliorando la sostenibilità riducendo l'impatto ambientale e gli sprechi.

ABB, multinazionale leader nella robotica, energia e automazione, sta proprio rivoluzionando l’industria delle costruzioni, nonché sottolineando il potenziale della robotica in questo mondo e ma anche in quello dell’architettura. 

Magic Queen, la robotica incontra l'architettura

Un esempio concreto di questo pensiero-chiave è Magic Queen, la più grande struttura mai realizzata in materiale biodegradabile con l’utilizzo della stampa 3D e del robot industriale IRB 4600 di ABB, che ha operato come testa di stampa. Un progetto realizzato da MAEID, studio di architettura austriaco, in collaborazione con ABB, visibile alla Biennale di Architettura, a Venezia fino al 21 novembre. Un’installazione nata dall’idea di realizzare un giardino in cui la tecnologia si mette al servizio della natura, con un duplice scopo.

 

Tecnologie sostenibili per un'edilizia più sicura

"È fondamentale parlare di tecnologie sostenibili nell'edilizia, in questo caso si parla di stampa 3D di materiali biodegradabili. Ma anche avvicinare sempre di più il mondo dell'architettura all'automazione e alla robotica. Gli architetti avranno un ruolo determinante nel processo di trasformazione del mondo delle costruzioni", parola di Andrea Cassoni, Managing Director, Global Business Line General Industry, Robotics and Discrete automation di ABB, commentando il ruolo della multinazionale leader della robotica nel progetto "Magic Queen".

Non solo sostenibilità, ma anche sicurezza

I robot possono rendere il settore delle costruzioni più sicuro: sono in grado di movimentare carichi di elevato volume e pesanti, accedendo a spazi pericolosi e consentendo nuovi metodi di costruzione. Utilizzare robot per compiti ripetitivi e pericolosi per le persone significa che l'automazione può aiutare a superare la crisi del lavoro e delle competenze del settore. Ma anche rendere le carriere nel mondo dell’edilizia più attrattive per i giovani.

Non solo "Magic Queen": tutta l'innovazione di ABB già in uso

Pensati per migliorare flessibilità, produttività e qualità, tanti progetti pilota includono la fabbricazione automatizzata di supporti per tetti in legno con Autovol in Canada, l'installazione robotizzata di ascensori Schindler e l'automazione robotizzata della produzione di case prefabbricate di Intelligent City, aumentando l’efficienza produttiva del 15% e la velocità del 38% e riducendo gli sprechi del 30%. L'applicazione di saldatura robotizzata utilizzata da Skanska ha migliorato la qualità, la produttività e la sicurezza dei dipendenti attraverso l’automazione della fabbricazione delle strutture di rinforzo in acciaio in loco. Questa soluzione ha inoltre ridotto i costi e l'impatto ambientale del trasporto nei cantieri edili di queste ingombranti strutture di rinforzo.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24